Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
In un clima irrequieto, come da assodata consuetudine, è andata in scena una nuova puntata del Consiglio Comunale. Il primo atto è
stata una dichiarazione di sfiducia rivolta dal consigliere indipendente (ed ex maggioranza) Giovanni Puglisi nei confronti del presidente Mariula Zisa: “Dichiaro al presidente del Consiglio la mia sfiducia perchè da lui non mi sento rappresentato”. Parole pesanti che non lasciano indifferente la maggioranza, che in aula ha dovuto fare i conti anche con l’assenza del consigliere/assessore Rosario Pluchino, atteso al varco da una interrogazione che lo riguardava. Sono stati approvati tutti i punti all’ordine del giorno:
1.  Approvato all’unanimità l’estinzione parziale di un mutuo di 80.424,26 euro così come impone la legge.
2. Approvato, con la sola astenzione del consigliere Puglisi, l’atto costitutivo e lo statuto associativo per il gruppo di azione costiera            (G.A.C.) Ibleo.
3. Approvata, con un emendamento dell’opposizione, la concessione in deroga in merito alla distanza prevista dal PRG .
Sono state discusse inoltre due interrogazioni dello stesso Puglisi, che, da un lato, si è dichiarato soddisfatto della risposta avuta dall’Amministrazione in merito all’eventuale assunzione di un nuovo dirigente capo all’Ufficio Tecnico, dato che l’ingegnere Poidomani non ha rinnovato la sua disponibilità. Dall’altro però Puglisi si è dichiarato assolutamente insoddisfatto per la risposta alla seconda interrogazione, riguardante i fatti dello sciopero degli operai della ECOSEIB, il sequestro dell’area e la conseguente indagine della Procura. Il sindaco che per motivi di salute non era presente in aula, ha delegato il vice sindaco Francesco Corallo a leggere una risposta scritta per conto suo. Il consigliere Puglisi, che però pretendeva una risposta politica e non tecnica, si è riservato ulteriore interrogazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …