Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Ho letto da qualche parte questa frase e mi è piaciuta molto. Come diceva Jim Morrison, “Tutti hanno un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare”. E i sogni nel cassetto, alla fine si sa… fanno la muffa!  Mi sono chiesto: “Quali sogni stanno ammuffendo nel mio cassetto? E quali nel cassetto dell’odierna società?”. Rovistando nel mio cassetto ho trovato alcuni sogni che appartengono all’area strettamente personale, su cui evito il voler coinvolgere chi leggerà questo editoriale, e altri che, invece, possono essere dei sogni che si trovano nei cassetti di tanti che vorrebbero imparare a volare. A proposito di ‘volare’, un sogno comune potrebbe essere quello di volare utilizzando l’aeroporto di Comiso. Un sogno che certamente rischia di ammuffire se ancora si perde del tempo palleggiando e non andando direttamente in porta. I benefici che deriveranno dalla realizzazione di questo sogno si espanderanno su tutta la provincia di Ragusa e anche Santa Croce Camerina potrà usufruirne solo se altri sogni si attueranno. Quali? La rivisitazione dell’urbanistica sulla fascia costiera, la modifica sostanziale dello sviluppo turistico con una programmazione intelligente sui servizi da offrire alla potenziale ‘clientela’ cosmopolita, l’incentivazione di strutture formative per incrementare le nuove professionalità (operatore turistico, guida poliglotta, ristoratore, ecc.), lo sviluppo di strutture per la canalizzazione dei prodotti agricoli verso i mercati euro mediterranei… ma questi sogni dovrebbero essere presenti nei cassetti degli attuali amministratori e loro dovrebbero essere disponibili a voler ‘imparare a volare’! Un altro sogno che sicuramente è presente nei cassetti di molti, oltre che nel mio, è quello di poter lasciare alle nuove generazioni un territorio più a misura d’uomo, dove la pulizia, l’eco sostenibilità, la gestione delle emergenze sociali e ambientali, siano elementi ordinari e non straordinari, ma per poterlo realizzare occorre un lavoro sinergico, sensato e continuo di chi amministra la città e su più fronti: scuola, famiglie, organizzazioni d’imprenditori e di lavoratori. Esistono sinergia, saggezza e perseverazione tra chi amministra la cosa pubblica a Santa Croce Camerina? ‘Ai posteri l’ardua sentenza’, come scriveva il Manzoni. Quanti sogni riusciamo a realizzare nell’arco di una vita? Quanti sogni riuscirà a realizzare chi amministra la vita sociale della nostra cittadina nel corso del suo mandato? Siamo a Natale e vogliamo sicuramente essere tutti più buoni, per cui a noi e a loro facciamo un augurio. “Diamo spazio ai sogni, proviamo a ‘volare’ e il coraggio delle nostre scelte possa far ritornare la ‘normalità’ della nostra società!”.

Geremia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

LA VAMPA D’AGOSTO

In attesa della “vampa d’agosto” (termine che ho mutuato da uno dei più …