Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si è svolto ieri, presso la Biblioteca comunale, l’incontro tra l’amministrazione, rappresentata dal vicesindaco Francesco Corallo, dall’esperto per l’agricoltura Guglielmo Occhipinti e da altri autorevoli esponenti del Consiglio comunale e della giunta municipale, i rappresentanti della Multipla Società Cooperativa e un foltissimo, interessato gruppo di agricoltori santacrocesi. Dopo una breve introduzione del vicesindaco e di Occhipinti, gli esperti, esponenti di un pool di professionisti che si sta occupando della realizzazione del “Marchio collettivo geografico di qualità” hanno esposto all’attenta platea degli agricoltori le linee guida del progetto voluto fortemente dall’amministrazione Iurato per tentare di fare uscire dal guado della crisi il comparto agricolo e, con esso, tutta l’economia di Santa Croce. Progetto bensì ambizioso e importante, ma realizzabile. Non come tanti altri che, in modo altisonante, vengono sbandierati in occasione di questa o quella campagna elettorale, ma poi rimangono lettera morta, vengono lasciati scivolare nel dimenticatoio. “E’ la posa della prima pietra – ha dichiarato il vicesindaco – è un segno tangibile che questa amministrazione non solo mantiene le promesse, ma crede che questi soldi impegnati per il Marchio siano da intendersi come un investimento per il futuro del nostro paese e dei nostri figli”. “Provarci è il minimo che potessimo fare – ha concluso Corallo – ed è quello che stiamo facendo. E la biblioteca piena di agricoltori ci dice che stiamo facendo bene, che stiamo andando nella direzione giusta”. “Ci abbiamo sempre creduto – precisa l’esperto per l’agricoltura Occhipinti – Il nostro impegno in politica, che ci sta togliendo tempo agli affetti della famiglia e al lavoro, vuole finalmente mettere la politica a confronto con i nostri problemi e orientarla verso soluzioni concrete. Il tempo delle parole è finito. La situazione è così drammatica che urgono i fatti. Stasera, finalmente, stiamo parlando di fatti. Pensiamo che il Marchio, supportato dai 100mila euro stanziati dall’amministrazione e dalla possibilità di percorrere nuove, diverse strade di finanziamento, possa rilanciare il nostro comparto. E, visto il numero dei partecipanti all’incontro di stasera, pare che a pensarlo non siamo solo noi.”

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Adesioni alla Pro-Loco: il 30 settembre scade il termine, a ottobre le elezioni

Scade il 30 settembre il termine ultimo per l’adesione alla Pro-Loco di Santa Croce …