Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
Seconda puntata de “Il Punto”, il programma di approfondimento politico condotto da Salvo Dimartino. Ad ospitare le nostre telecamere questa volta è stato il bar – rosticceria ‘Il picchio verde’, di Nando Occhipinti. Diversi gli ospiti intervenuti, tutti accomunati da un unico denominatore, l’essere componenti di ciascun movimento politico che ha partecipato alle ultime elezioni amministrative di Santa Croce Camerina: Gaetano Farina (Il paese che vogliamo); Marilena Piazza (Città Futura); Giovanna Nicolini (Tutti x Santa Croce); Luca Agnello (Noi ci crediamo). Per introdurre la discussione, Salvo Dimartino ha chiesto a ciascuno dei presenti di spiegare il proliferare di movimenti politici nati a Santa Croce in concomitanza delle elezioni amministrative e che continuano ad operare in modo attivo sul territorio. “Il movimento politico di cui faccio parte – ha specificato Gaetano Farina – è nato nel periodo precedente all’elezione del sindaco (Franca Iurato, ndr) e nasce anche dal supporto del Mpa e di un gruppo di agricoltori che volevano raggiungere degli obiettivi comuni ai nostri: dare una smossa all’economia locale e offrire servizi al paese”.  Della medesima opinione Luca Agnello: “Sia il nostro movimento che quello de ‘Il paese che vogliamo’, ha avuto una maggioranza di consensi e vogliamo spiegare il motivo per cui è nato. Ci sono movimenti che nascono per entrare nella stanza dei bottoni ed altri che nascono per ragioni più ampie, per poter portare avanti i propri progetti. Il nostro obiettivo è di lavorare, congiungere l’esperienza fra persone navigate e giovani rampanti che si affacciano all’esperienza politica a prescindere dal risultato elettorale”. In continuità con le opinioni affermate, Marilena Piazza ha sottolineato alcuni punti salienti di cui Città Futura si fa pregio: “Siamo nati come movimento politico durante le elezioni amministrative, poi ci siamo trovati a prendere delle decisioni. Siccome il nostro spirito era carico di buone intenzioni per il paese abbiamo abbracciato il concetto di movimento politico – culturale nel senso più ampio del termine. Ci riteniamo un’associazione di liberi cittadini che vogliono agire per il paese a prescindere dalle rappresentanze politiche, che vogliono spendersi per il bene del paese. Fare cultura per ampliare la cultura politica”. Giovanna Nicolini ha tratto le somme della discussione introdotta:  “Noi ci siamo chiesti se era il caso di andare ognuno per sé o se l’esperienza acquisita doveva essere salvata. Abbiamo optato per la seconda soluzione. Il fatto che siamo presenti dimostra che la gente è stanca dei soliti partiti e potrebbe demandare altri soggetti ad interessarsi ai problemi della collettività. Stiamo cercando di ampliare gli spazi. Siamo un gruppo di persone che ha la buona volontà di lavorare per la collettività”. Ci si è anche chiesti il perché della scelta di liste civiche durante la fase elettorale e non di liste partitiche ben definite. “E’ stata una scelta necessaria apriori perché il sistema elettorale portava ad unire diversi partiti a creare liste civiche – ha dichiarato Luca Agnello -. L’unica lista che ha avuto una connotazione politica è stata quella di Piero Mandarà, mentre le altre sono state una sintesi di altre realtà politiche”. “Il dichiararsi è una presa di coraggio – ha ribadito Giovanna Nicolini, presidente del movimento Tutti x Santa Croce -. Io dico che le liste civiche sono degli escamotage”.  Altri gli argomenti affrontati durante l’incontro, fra cui l’importanza della collaborazione generazionale, fortemente sottolineata da Luca Agnello e appoggiata dagli altri, la necessità di sfruttare meglio il nostro territorio e le sue risorse facendo dell’agricoltura un volano per la creazione di attività conserviere, come ha specificato Gaetano Farina, l’esigenza di pensare anche alla collettività ed a problemi sociali rilevanti di cui si sta occupando Città Futura, ma anche di cercare tutte le risorse collaborative necessarie prima all’interno del territorio per offrire alle giovani generazioni la possibilità di rimanere nella loro terra, come ha sostenuto Giovanna Nicolini. Questo e molto altro nel video della puntata.
Antonella Galuppi 
[youtube]eokLHJ_gRJ0[/youtube]
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Santa Croce sott’acqua? Il sindaco: “Progettiamo quattro interventi urgenti”

Un’auto in panne nel tratto di Corso Oceano Indiano, a pochi passi dal Lido della Polizia …