Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La terza sconfitta consecutiva della Emmolo S. & C. srl Vigor arriva sul campo del Gravina. Un k.o. che brucia perché contro una avversario abbordabile. La gara inizia bene, con la squadra di coach Di Stefano che non sembra soffrire l’ennesima difesa a zona degli avversari, con in mezzo Verzì pronto a rifilare stoppate a chi si presentava nel pitturato. Poi nel secondo quarto la Vigor si blocca sui contropiedi avversari ed non è capace di imbastire una reazione, producendo poco e male in attacco. “La mancata reazione dei ragazzi è ancora una volta inspiegabile – spiega coach Di Stefano -. Sicuramente qualcosa bisognerà fare, dobbiamo trovare immediatamente la via per uscire da un tunnel che rischia di divenire sempre più buio. Certamente è venuto il momento di prendere decisioni importanti, non si può consentire di avere in squadra giocatori a mezzo servizio che arrecano confusione. Abbiamo bisogno di giocatori che siano pronti a dare il massimo ed abbiano voglia di sacrificarsi. Non ho problemi in tal senso a reclutare nel nostro vivaio giovani leve che hanno voglia di mettersi in mostra. Nelle ultime partite, se debbo fare una critica concreta alla mia squadra, abbiamo perso la nostra identità cioè quella aggressività difensiva che ci permetteva di recuperare e rimettere in discussioni risultati impossibili. Abbiamo perso la nostra capacità di far canestro da ogni dove e di essere delle vere spine nel fianco nei confronti dei nostri avversari. C’è bisogno di tutto questo, siamo una squadra dalle caratteristiche fisiche ben definite. Purtroppo non possiamo schierare lunghi, lo sappiamo da tempo, ma ciò non toglie che possiamo essere nuovamente aggressivi come lo eravamo prima. La Emmolo S. & C. srl Vigor non dispone di un budget così elevato da mettere a segno acquisti importanti, ma se dovessimo chiedere un regalo a Babbo Natale sicuramente chiederemmo la possibilità di avere quella squadra che in passato ha divertito il nostro pubblico con giocate apprezzabili e che ha messo in difficoltà squadre importanti. Mi auguro che almeno le nostre squadre più rappresentative a livello giovanile, gli under 19 e 17, possano centrare gli obiettivi”. “Visto il clima natalizio – afferma il presidente della Vigor Patrizia Scillieri -, non posso che inviare i miei più affettuosi auguri a tutto il mondo cestistico, con le speranza – a parte i risultati delle prime squadre – che ci sia sempre più la possibilità per le società sportive di poter organizzare le proprie attività nel migliore dei modi e nel rispetto di tutti quei giovani che affollano le palestre e i campi di gioco. Negli ultimi anni, grazie anche alle diffusione della cultura sportiva a tutti i livelli, le associazioni hanno svolto una grande funzione sociale di aggregazione. Vorremmo che in questo momento, dove si parla tanto di tagli, questi non intaccassero minimamente il mondo dello sport. E che alle belle parole seguissero i fatti. Ritengo che bisogna continuare ad investire sui giovani e creare i presupposti anche sportivi per una crescita sana e sicura in ambienti sani e controllati. Oggi i nostri figli hanno bisogno di questo per allontanarsi da quelle distrazioni e devianze pericolose, di cui si sente parlare tutti i giorni. Siamo soddisfatti – continua il presidente – di quello che abbiamo fatto ad oggi, con il nostro staff tecnico che è in continua fibrillazione e alla ricerca di eventi che diano la possibilità di impegnare quotidianamente i nostri giovani atleti. Ci auguriamo che il 2013 possa essere all’insegna dei grandi risultai sportivi e che possa concretizzarsi il sogno di avere sempre più strutture a disposizione di chi ritiene che le palestre siano anche scuole del buon vivere”.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Promozione: Santa Croce, vittoria in rimonta. Sbancata Carlentini (1-3)

Il Santa Croce riparte alla grande dopo il pari deludente di settimana scorsa contro il Be…