Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
Una frizzante puntata del programma “Il Punto” si è tenuta presso il pub “Sound” dei  fratelli Ferrentino. In un’atmosfera elegante ed ovattata, Salvo Dimartino ha moderato le amichevoli frecciatine che i suoi ospiti si sono lanciati. Ad iniziare è stato Guglielmo Occhipinti, portavoce del “Gruppo agricoltori” che per l’ennesima volta ha cercato di spiegare la destinazione dei fondi previsti per l’agricoltura. “E’ bello promuovere il territorio di Santa Croce – ha ammesso Occhipinti -. Ogni iniziativa è buona e non è  criticabile. La nostra iniziativa non parte da adesso, abbiamo deciso di metterci la faccia. Vedere qua il dottor Barone a parlare di agricoltura è un successo, visto che prima non si era mai parlato con lui di agricoltura. Tutto il gruppo degli agricoltori non cerca di disfare quello che l’uno o l’altro fa. Se attuiamo un tipo di terapia che è innocua per un paziente, noi cambiamo terapia ed è quello che stiamo facendo. Oggi abbiamo conquistato le 150 adesioni per il marchio. Dobbiamo restare uniti. Una volta tanto noi siamo i veri protagonisti di questo sistema. I 100 mila euro li investiremo per l’agricoltura, se l’agricoltura non vive tutto si ferma. Nessuno sta cercando di fare le cose per se stesso”. A replicare immediatamente Barone: “Gugliemo ha fatto tre errori: il primo lo ha fatto subito quando si è buttato in politica in questo momento difficile. Oggi l’amministrazione Iurato porta avanti questo cavallo di battaglia per la sua vita politica, per coprire gli errori banali che sono stati fatti e di cui si stanno vedendo gli esiti: calare in politica un argomento che con la politica non c’entra.  Il secondo è quando indichi me come nemico dell’agricoltura e del marchio. Io aspetto che Guglielmo ci dica cosa vogliono fare partendo dal punto di vista di uno che vuole aderire al marchio. Come funziona?”.  Anche Salvatore Mandarà, ex presidente della V Commissione Provinciale, ha detto la sua: “L’idea di un marchio è straordinaria, eccezionale, identificare intere aree sia del nostro territorio sia di quello di Ragusa, creare un’immagine e un marchio che possa integrarsi nei mercati nazionali ed internazionali. Questo nel passato si è fatto con la partecipazione a fiere e mostre, però è mancata un’azione di marketing. La necessità è di cominciare. La prima polemica è quella di affidarne il compito ad una cooperativa legata all’attuale amministrazione”. Sia Barone che Mandarà contestano il fatto che un progetto così ambizioso sia stato collegato ad una vicenda elettorale, quale quella che ha visto il “Gruppo agricoltori” appoggiare la candidatura dell’attuale sindaco di Santa Croce e quella di non riuscire a giustificare le spese fin d’ora fatte di circa 20 mila euro. Occhipinti ha approfondito ulteriormente che c’è un forte interesse di coinvolgere anche i coltivatori santacrocesi che hanno i terreni in territorio ragusano ed ha rimarcato più volte che il fondo concesso è un investimento per il futuro agricolo del territorio e che ogni amministrazione ha sempre speso i soldi in bilancio come ha ritenuto opportuno, anche per feste e festini di vario genere, ma adesso la priorità è proprio il comparto agricolo. Tra un battibecco e qualche frecciatina tra Barone e Occhipinti, il tutto si è concluso con una stretta di mano, un brindisi  augurale e la prospettiva di un successivo ‘faccia a faccia’. Per gli approfondimenti vi invitiamo a vedere il video della puntata.
Antonella Galuppi
CLICCA SOTTO PER VEDERE IL VIDEO COMPLETO  “IL PUNTO” 
[youtube]qXSoCZkQA2c[/youtube]

4 Commenti

  1. Rosario

    20 dicembre 2012 a 21:58

    E’ stata un’ottima trasmissione. Io penso che Occhipinti non abbia risposto a tutti i dubbi che accomunano gli agricoltori e che in alcuni momenti sia stato messo sotto dai 2 ospiti presenti. Esperimento da ripetere magari con qualche esponente dell’amministrazione.

    Rispondi

  2. santacrocese obiettivo

    21 dicembre 2012 a 19:09

    Io invece penso che i due “politici” avrebbero fatto bene a prepararsi meglio… Occhipinti è troppo ferrato in materia e parla un linguaggio chiaro e concreto. Gli altri due… hanno parlato di politica in politichese. Poi, e concludo: qualcuno mi dice in base a quali competenze, titoli di studio, benemerenze Mandarà Salvatore si permette di criticare dei professionisti riconosciuti come tali non soltanto in provincia di Ragusa? Qualcuno mi può illuminare su cosa faccia lui nella vita? Quali esperienze lavorative ha maturato? Non è un politico di mestiere, vero?

    Rispondi

  3. Salvo

    24 dicembre 2012 a 14:16

    Vedo commenti…..anche su Ragusa Oggi del solito anonimo….oggi chiamatosi santacrocese obiettivo…..che critica sempre Mandara’. Volevo suggerirti di guardarti solo cartoni animati. Perche se dovessimo guardare la vita privata delle persone….mi verrebbe da chiederti cosa fa tua moglie di mestiere…..il tuo lo immagino gia’.

    Rispondi

  4. Salvatore Mandara'

    24 dicembre 2012 a 14:37

    Mi farebbe piacere confrontarmi, con commenti se pur critici nei miei confronti, ma corretti sotto l’ aspetto personale. L’ invito alla redazione ed a coloro che li inviano e’ quello di firmarsi….penso che nella vita e in questa democrazia, il diritto di esprimere le proprie opinioni e’ inviolabile. E’ chiaro bisognerebbe avere anche il dovere di essere uomini al cospetto di chi accetta il confronto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

“Il silenzio lascia i lividi”: la mostra di Arcana contro la violenza sulle donne

La violenza sulle donne, così come ogni violazione dei diritti umani, è una problematica c…