Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Una sconfitta senza attenuanti quella rimediata dal CS Kamarina nel derby ibleo del campionato di serie C2 di calcio a 5, contro i cugini dell’Iblea 99. Una brutta figura davanti ai tanti sostenitori camarinensi accorsi alla palestra “Bellarmino” con la speranza di tutt’altra prestazione da parte della squadra di Peppe Marino che ha deluso sotto ogni punto di vista: 4-2 il finale. I camarinensi, così, hanno fatto un bel regalo ai più determinati giocatori locali che per tutti i sessanta minuti, hanno condotto la gara, sia nel risultato che nella gestione del gioco. Gli uomini di Marino, invece, hanno sbagliato nettamente l’approccio e l’espulsione ingiustificata di Sammito, dopo soli dieci minuti di gara, ha contribuito alla debacle di un CS Kamarina irriconoscibile, nel quale si sono salvati solo i giovani fuoriquota, fra cui Occhipinti e Palazzolo. La sconfitta di Ragusa, inoltre, ha contribuito al mancato aggancio alla zona play off che, comunque, dista di una sola lunghezza. “Abbiamo fatto una brutta figura e mi scuso con i nostri sostenitori che erano venuti a Ragusa per incitarci – dice il dg Concetto Salone –. Della gara di sabato non c’è nulla da salvare, e le uniche prestazioni decenti sono state quelle dei giovani che con il tempo stanno maturando. A Ragusa abbiamo perso una grande chance di poter rientrare nel giro della zona play off, visti anche i risultati venuti fuori dalla giornata di campionato. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e pensare alla prossima gara di campionato che ci vedrà confrontarci contro l’Imbrò Meraco Siracusa, terza forza del campionato”.

Fabio Fichera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Santa Croce contro il fanalino di coda. Agnello: “Guai a sottovalutarli”

Ritorna a giocare fra le mura amiche il Santa Croce di Gaetano Lucenti dopo l’ottimo explo…