Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

L’incontro fra il commissario straordinario della Provincia di Ragusa, Giovanni Scarso, e i gruppi di minoranza del Consiglio Comunale di Santa Croce, rappresentati fra l’altro dall’ex sindaco Lucio Schembari, non è piaciuto all’attuale primo cittadino Franca Iurato. Il vertice si è snodato attorno ai possibili interventi da realizzare sulla s.p. 60 Malavita, teatro di continui incidenti stradali. Il mancato coinvolgimento delle istituzioni preposte, però, ha provocato la giusta reazione della Iurato, che ha affidato a una missiva il suo pieno disappunto per i contorni assunti dalla vicenda. Ecco il testo integrale della lettera:

“Egregio Dottore Scarso, sfogliando come d’abitudine le pagine dei quotidiani locali, con profondo stupore mi è capitato di leggere sul “Giornale di Sicilia” del 20 febbraio 2013, un “comunicato stampa” su un presunto “vertice” svoltosi, presumibilmente il giorno prima, presso la sede istituzionale della Provincia Regionale di Ragusa, in ordine alla messa in sicurezza delle strade provinciali che interessano il territorio del Comune di Santa Croce Camerina. Al “vertice”, per quel che risulta dal “comunicato stampa” in questione, avrebbero partecipato, da un lato, in rappresentanza della Provincia, oltre al dirigente del Settore Viabilità Carlo Sinatra, anche Lei stesso, nella qualità di Commissario straordinario; per il Comune di Santa Croce Camerina, invece, i gruppi di minoranza del Consiglio Comunale, per l’occasione guidati dall’ex sindaco dottor Lucio Schembari (il quale però non ricopre la carica di consigliere comunale, né altra carica istituzionale). In verità, non è la prima volta che mi arriva notizia di analoghi episodi; in precedenza, in particolare, mi aveva allo stesso modo stupito un articolo pubblicato il 19 ottobre 2012 su “Ragusa Oggi”, in cui Ella dichiarava di aver “attivato tutte le azioni per definire” il contratto di appalto con la ditta affidataria dei lavori di realizzazione della rotatoria sulla strada provinciale 36, poichè “sollecitato dall’ex sindaco di Santa Croce Camerina, Lucio Schembari” (ribadisco, privo anche a tal riguardo di qualsivoglia mandato o incarico istituzionale). In quell’occasione, in verità, ho a lungo atteso una Sua smentita in ordine al contenuto dell’articolo, che però non è mai arrivata, neppure per le vie brevi; giungendo infine, anche per rispetto all’Istituzione che Lei rappresenta, alla conclusione di soprassedere rispetto ad un episodio, oltreché bizzarro, sintomatico di scortesia istituzionale nei confronti degli attuali Amministratori del Comune, al contrario muniti di mandato popolare. Stavolta, al contrario, quelle esigenze di rispetto istituzionale che devono restare ferme nello svolgimento di qualsiasi incarico pubblico per il quale si sia stati eletti oppure nominati, mi impongono di esplicitarLe, anche in via formale, il mio profondo disappunto, nel caso in cui quanto narrato dal “Giornale di Sicilia” nell’articolo del 20 febbraio 2013 corrispondesse al vero (confidando, in caso contrario, in una Sua puntuale e dovuta smentita). Il mio disappunto, in tal caso, sarebbe in verità doppio.
In primo luogo, poiché è assolutamente anomalo che la Provincia possa aver ritenuto di concordare la realizzazione di opere e lavori che riguardano il territorio del Comune di Santa Croce Camerina, con soggetti a tal riguardo privi di qualsivoglia mandato istituzionale, piuttosto che con gli Amministratori ed i Funzionari del Comune. Si tratterebbe, a prescindere d’ogni altra considerazione, di un atto di grave scortesia istituzionale, tanto più ove si consideri che io stessa, nella mia qualità di Sindaco, in via formale ed in ossequio al sacro principio di leale collaborazione, Le ho più volte sollecitato, senza ricevere ancora risposta, l’istituzione di un tavolo tecnico sulle problematiche di interesse comune (tra le quali, per l’appunto, quelle che sarebbero state oggetto del presunto “vertice” con un ex amministratore).
La seconda ragione di disappunto concerne invece l’esito stesso del presunto “vertice” con l’ex amministratore, anche a prescindere dalla sua irrilevanza, in quanto per le ragioni anzidette non impegna in alcuna sua parte il Comune che non vi ha partecipato. Da quanto si evince dall’articolo di stampa, pare infatti che i rappresentanti della locale opposizione avrebbero ricevuto dalla Provincia l’impegno a realizzare opere che ricadono nella sua competenza, però con risorse economiche del Comune, cioè coi soldi dei contribuenti santacrocesi. Come dire, oltre al danno ai rapporti istituzionali, anche una sonora beffa ai cittadini santacrocesi, a tal punto che non si comprende come i gruppi consiliari di minoranza ne avrebbero fatto ragione di vanto! Mi spiace affermarlo, ma l’esito dell’improbabile “vertice” confermerebbe quella scarsa attenzione che la Provincia ha sin’ora mostrato per le problematiche del territorio santacrocese e che l’Amministrazione Comunale in carica, differenziandosi anche su questo da quella precedente, ha già in più occasioni stigmatizzato. Con ciò, sempre nell’ambito di quel principio di leale collaborazione che è mia intenzione mantenere fermo, auspico quindi che all’esito del tavolo tecnico che Ella vorrà al più presto istituire con i legittimi rappresentanti del Comune, la Provincia intenderà al contrario assumersi pienamente le proprie responsabilità e competenze istituzionali, salvaguardando in maniera ben più efficace gli interessi dei cittadini santacrocesi. Certa di un sollecito riscontro, tanto in ordine alla smentita del contenuto dell’articolo pubblicato sul “Giornale di Sicilia” del 20 febbraio 2013, quanto in relazione all’immediata istituzione del tavolo tecnico istituzionale sulle problematiche di interesse comune, già richiesto con nota scritta che si allega, La saluto cordialmente” conclude la Iurato.

Ecco invece il testo della  richiesta inoltrata al commissario Scarso il  3 gennaio 2013:

“Al Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Ragusa

e p.c. Al Segretario Generale della Provincia Regionale di Ragusa

Oggetto: Richiesta istituzione tavolo tecnico su problematiche di interesse comune.

Facendo seguito ai colloqui già intercorsi, ritengo opportuno proporre l’istituzione di un tavolo tecnico con il coinvolgimento dei dirigenti interessati delle rispettive amministrazioni, al fine di trattare le seguenti tematiche:
1- Dislocazione locali per gli istituti superiori con particolare riguardo all’istituto tecnico commerciale F.Besta – succursale di S. Croce Camerina;
2- Interventi previste o da inserire nel programma triennale per le opere pubbliche della Provincia Regionale di Ragusa, con particolare riguardo agli interventi per la sistemazione della S.P. 60 (strada malavita);
3- Definizione percorso per l’acquisizione da parte del Comune di Santa Croce Camerina dei campetti di tennis (località Caucana).

Confidando nella Sua collaborazione in vista del conseguimento di sinergie operative fra gli Enti che ci onoriamo di amministrare, rimango in attesa di una convocazione che sarà opportuno concordare al fine di garantire la presenza dei dirigenti competenti per materia.

In tale circostanza potrà essere stabilito un calendario di incontri di taglio operativo”.

Redazione

Un Commento

  1. raffaele

    23 febbraio 2013 a 17:18

    Egregio Sig Sindaco del Comune di S. Croce Camerina …a proposito di incontri negati, le ricordo che Lei continua ancora a negare una risposta agli abitanti delle case site in Punta Secca Via V:E: Orlando ang Via Basile…ha mai porovato Lei Sig Sindaco a non poter accedere o uscire di casa a causa di un lago che la circonda? faccia la prova vedrà che non è poi così piacevole, Le ricordo inoltre che Grazie alla sua sfacciata negligenza, gli immobili stanno andando in rovina e ringrazi tanto la legge italiana che le consente di “passarci” sopra come se nulla fosse, per avere le ns ragioni difatti dobbiamo mettere mano ad un portafogli svuotato dalle azioni dei grandi politicanti della politica nazionali, tutto questo rientra nella normalità egregio Sindaco? aspetto una sua risposta (sono due anni che aspetto)

    grazie!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …