Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Più volte, sia in giornali online che di carta stampata, abbiamo sottolineato che la Strada Provinciale n. 60 Santa Croce – Ragusa di C/da Malavita, per i cittadini del nostro comune e di quanti la percorrono quotidianamente, è un continuo rischio per l’alta probabilità che si possano verificare incidenti, in particolare, nei punti mai modernizzati e quindi mai messi in sicurezza, specialmente quelli ricadenti nel territorio di S. Croce Camerina”. Comincia così la nota del Partito Democratico di Santa Croce, che solleva ulteriormente il problema legato alla sicurezza viaria sul tratto di strada in questione: “Tanti sono gli incidenti che si verificano settimanalmente specialmente quando piove, vedasi gli ultimi avvenuti durante le scorse piogge. L’ultimo provvedimento che ha messo in atto la provincia, nei punti ad elevato rischio, è l’apposizione di tabelle indicanti il limite di velocità di 50 km orari. Ma nessun altro intervento è stato messo in atto per rendere sicura la strada. Fino a quando Santa Croce dovrà continuare a subire l’onta dell’arretratezza e del disinteresse?”. Poi il mirino si sposta sul l’incontro fra il commissario straordinario della Provincia e l’ex sindaco Schembari, già contestato da Franca Iurato attraverso una lettera: “Apprendiamo, dagli organi di stampa, che c’è stato in provincia un incontro tra alcuni consiglieri di opposizione e l’ex sindaco di Santa Croce, che attualmente non svolge alcun ruolo istituzionale, con il Commissario Straordinario della Provincia di Ragusa, sul problema della SP 60 – spiegano i membri locali del PD – Ma restiamo letteralmente sbigottiti del fatto che l’Amministrazione Comunale di Santa Croce, con a capo il suo sindaco Francesca Iurato, fin dal 3 gennaio 2013 ha chiesto un incontro con il Commissario Straordinario per istituire un tavolo tecnico che discutesse anche sull’ammodernamento della SP 60 e che tale richiesta è stata completamente disattesa. Siamo cioè, in presenza di un’Amministrazione Comunale che è sensibile alla sicurezza dei cittadini che percorrono la strada e di una Amministrazione Provinciale che invece di interloquire con l’organo istituzionalmente diretto cioè il comune, lo fa invece con un ex sindaco che non svolge attualmente alcun compito istituzionale. Siamo in presenza di una situazione che sfiora il ridicolo, si mettono da parte gli organismi istituzionalmente preposti, per discutere invece, con chi non ha più un ruolo amministrativo”.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…