Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Parte o non parte? Non stiamo scrivendo sull’aeroporto di Comiso, che, ci auguriamo, dovrebbe partire con le sue attività nei prossimi mesi, questa volta vogliamo riportare l’attenzione di chi ci legge sul Nuovo Ospedale di Ragusa ‘Giovanni Paolo II’. Ci sembra importante il ricordare alcuni dati che riportano la storia della costruzione del nuovo presidio ospedaliero, Direttore Generale il dr. Termini Calogero: 30.12.2002 l’Assessorato per la Sanità approva con decreto il progetto esecutivo del primo lotto e l’invio al Ministero della Salute della richiesta di finanziamento; 31.01.2003 Incontro tecnico presso il Ministero della Salute; 17.02.2003 l’Azienda Ospedaliera comunica al Ministero della Salute all’Assessorato Regionale per la Sanità la rideterminazione dei posti letto e delle unità operative da allocare nel nuovo ospedale; 15.05.2003 Decreto del Dirigente Generale del Ministero della Salute per l’ammissione a finanziamento dell’intervento denominato ‘Costruzione del nuovo presidio ospedaliero di Ragusa – primo lotto’; 13.01.2004 Validazione del progetto da parte dell’Azienda Ospedaliera di Ragusa; 15.04.2004 Gara a pubblico incanto per aggiudicazione lavori; 7.10.2004 Determina aggiudicazione lavori al Consorzio AEDARS di Roma; 8.04.2005 Verbale di attestazione delle condizioni per l’immediata esecuzione dei lavori; 10.06.2005 Firma del contratto d’appalto; 21.07.2005 Sottoscrizione del Verbale di Consegna dei lavori; 26.04.2007 Approvazione della Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera di Ragusa per l’esecuzione di lavori riguardanti eventi riferibili a sorprese geologiche; 14.11.2008 Seconda perizia di variante che fissa la scadenza contrattuale dei lavori al 30.04.2010. Dal primo Settembre 2009 inizia la gestione del Direttore Generale dr. Gillotta Ettore. Il 30.12.2010 lo stesso dichiara alla stampa: «I lavori saranno completati nei tempi previsti. Poi, bisognerà pensare a tutto il resto: l´acquisto dei nuovi macchinari e il trasferimento dei reparti». Il 22.10.2012 (a distanza di quasi due anni) l’Assessore Russo annuncia che il Nucleo di Valutazione del Ministero della Salute ha dato parere favorevole per ulteriori fondi per ultimare il nuovo ospedale di Ragusa. Ieri il Commissario dell’ASP di Ragusa, Arch. Aliquò, ha dichiarato che sono stati assegnati anche 58 milioni di euro per completare il nuovo ospedale di Ragusa. Nonostante tutte queste enunciazioni, però, il Nuovo Ospedale di Ragusa ‘Giovanni Paolo II’ continua a restare inattivo e la pubblica opinione si chiede se veramente esiste la volontà concreta di farlo funzionare, tenuto conto del fatto che il finanziamento per la sua costruzione fu concesso dal Ministero proprio perché l’Ospedale Civile di Ragusa era (ed è) ad alto rischio sismico. Se computiamo il tempo trascorso tra la data della consegna dei lavori e la data fissata per la consegna degli stessi (anni quattro e mesi dieci) e il tempo che da tale data porta a oggi (anni due e mesi dieci), ci rendiamo perfettamente conto che qualcosa non è andata per il verso giusto proprio dal 2010 a oggi e ciò, sicuramente, non depone in modo favorevole per chi ha avuto la responsabilità di gestire la realizzazione di questa struttura, importante per la qualità dell’assistenza ospedaliera nella nostra provincia.

Ermocrate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Torna la Ciclolonga della Solidarietà: domenica alle 8.30 scatta Pedalavis

Pronti… VIA!!! Anche quest’anno è arrivato il tanto atteso appuntamento con “Pedalavis”, l…