Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

A pochi mesi dall’ inizio della stagione balneare, l’amministrazione comunale di Santa Croce prende in anticipo una serie di provvedimenti atti a soddisfare al meglio i bisogni di una collettività che nelle località balneari, proprio nel periodo estivo, risulta decuplicata. A presentare una serie di progetti rispondenti a queste esigenze, l’assessore Rosario Pluchino che intende puntare innanzitutto sulla equilibrata gestione delle risorse e sulla sicurezza. Fra gli obiettivi, le docce sulla spiaggia: “ Stiamo preparandoci all’estate per tutto quello che vorremmo fare sulla fascia costiera – ha affermato Pluchino -. L’intenzione prioritaria, relativa alle docce, è quella di razionalizzare l’uso dell’acqua. L’acqua è un bene prezioso va usata con parsimonia e con la giusta cautela. Su ogni doccia sarà messo un contatore che indicherà quanta acqua esce da ciascuna di esse. I ragazzini andavano a giocare con le docce, alcuni le lasciavano addirittura aperte, altri ancora ci lavavano gli animali d’affezione. E’ una cosa che non può essere tollerata.  Stiamo provvedendo pensando di mettere delle gettoniere o delle card, ma l’intenzione è quella di evitare lo spreco ed educare la gente all’uso razionale dell’acqua”. Oltre a ciò si adotteranno dei sistemi di monitoraggio delle spiagge per garantire la sicurezza dei bagnanti. “ C’è un accordo ancora da ratificare con la Protezione Civile di Ragusa – ha aggiunto Pluchino -, loro hanno una postazione al porto di Marina di Ragusa, quindi , con questo accordo, invece di andare direttamente a Punta Braccetto, passeranno vicino le nostre coste, potenzieranno il servizio di bagnini che già è previsto e si fermeranno in ogni postazione dando un effetto visivo della loro presenza. Potenzieremo ulteriormente con delle ricetrasmittenti che daremo ad ogni postazione. Se ci sarà un’emergenza tutte le postazioni di salvataggio saranno allertate, non ci saranno più compartimenti stagni”. Non ultimo e meno importante, il progetto relativo ai defibrillatori, sul cui uso sono già partiti i corsi. “La mia intenzione è di coinvolgere tutti per il pubblico accesso ai defibrillatori – ha ulteriormente sostenuto Pluchino -. Tutti devono sapere usare i defibrillatori che saranno messi in posti strategici del paese , per coprirlo interamente. Per quanto riguarda l’acquisto di essi, ci stiamo lavorando, perché il problema non è soltanto il loro acquisto, ma è importante fare i corsi che già l’Azienda Sanitaria 7 sta facendo gratis. L’acquisto è una cosa più complessa, ma anche il dove posizionare i defibrillatori, che non posso fare io, ma devono fare delle ditte specializzate che si occupano di questo e che abbiamo già contattato. Al più presto avremo una situazione certa perché poi la spesa deve essere prevista in bilancio. Conto prima dell’estate che questo lavoro sia pronto”.  E tutti noi aspettiamo di poter vivere la prossima stagione estiva in modo più funzionale e sicuro.

Antonella Galuppi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…