Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Santa Croce incappa nella seconda sconfitta consecutiva, contro l’Aci San Filippo, rimandando, ancora, la festa per la salvezza. La squadra di Gaetano Lucenti priva di molti elementi di spicco e con sette “junior” in campo, è stata molto sfortunata contro gli etnei, rimediando una sconfitta che per quanto visto in campo, è risultata essere una punizione eccessiva. I camarinensi, infatti, non hanno per nulla demeritato, anzi, sono stati gli unici in campo a fare la partita con i giovani Thabti e Quintana sugli scudi. I biancazzurri, inoltre, alla mezzora di gara, hanno dovuto fare a meno del difensore centrale Basile, infortunatosi alla caviglia e sostituito degnamente dal giovanissimo Fichera. Nonostante tali defezioni, Lucenti non si è perso d’animo, incoraggiando i suoi uomini che hanno messo in campo tutte le energie in corpo. La rete dei locali, non ha fermato l’ardore dei camarinensi che hanno sfiorato il pareggio, con un palo colpito da Consalvo e con alcune occasioni che potevano essere sfruttate meglio. << La società è amareggiata per i risultati delle ultime due partite. – dice il dg Claudio Agnello – Ad Acicatena, nonostante le numerose assenze e le particolari condizioni del campo, la squadra si è impegnata, creando azioni da gol e concedendo pochissimo. Purtroppo, anche in questo caso i nostri avversasi sono stati più cinici a concretizzare la palla gol decisiva, aggiudicandosi l’intera posta in palio. Abbiamo perso terreno in classifica a favore di un paio di contendenti, ma, fortunatamente deteniamo ancora una buona posizione in classifica. Dobbiamo, però, ritrovarci e cacciare via questo periodo negativo, magari, imponendoci nella prossima gara casalinga in casa contro il Caltagirone. La sosta del campionato ci consentirà di preparare al meglio la gara, cercando di recuperare qualche giocatore indisponibile. Contro il Caltagirone metteremo sul tavolo tutte le nostre carte con il solo obbiettivo di vincere per conquistare la salvezza matematica >>. Il campionato di Promozione riprenderà il 7 aprile con le ultime tre giornate e il Santa Croce, avrà la possibilità di giocare due volte su tre fra le mura amiche.

Fabio Fichera

Un Commento

  1. SANTACRUCIARU

    21 marzo 2013 a 22:37

    OLTRE AL PERIODO NERO DOVETE CACCIARE ANCHE LUCENTI….SPIEGATECI I BENEFICI CHE HA PORTATO QUESTO “ALLENATORE”….3 ANNI FA CI FECE RETROCEDERE DALL’ECCELLENZA E ORA QUASI…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Promozione: il Santa Croce soffre ma la sfanga, 3-1 sul Priolo

Il Santa Croce vince la sua prima partita di questo inizio di campionato, liquidando con u…