Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il black out prolungato del sito internet del Comune di Santa Croce Camerina, ormai fuori uso da diversi mesi, rischia di trasformarsi in un vero e proprio bluff”. Inizia così la nota di Piero Mandarà, segretario del movimento cittadino ‘Tutti x Santa Croce. “All’indirizzo dell’Ente, infatti, non compaiono più i classici contenuti, bensì una scritta: Impossibile trovare www.santacrocecamerina.com. A quanto pare, dunque, nessuno al momento ha l’interesse di diffondere e fare sapere tutto quello che succede all’interno del palazzo comunale. Nel mese di dicembre ci era stato detto che era una questione di giorni e che il sito on-line del comune sarebbe stato ripristinato con una nuova veste grafica e impaginazione ma dopo 5 mesi non esiste traccia di tutto ciò. E’ dire che oggi il sito per i comuni rappresenta una forma di rafforzamento dei principi di “trasparenza, valutazione, merito” per rendere più immediata la diffusione delle informazioni, migliorare l’interoperabilità fra sistemi istituzionali, favorire l’integrazione di strumenti e la possibilità di coinvolgere, condividere e far partecipare maggiormente i cittadini (open government, e-participation). Come è concepibile una cosa del genere nell’epoca dell’Amministrazione digitale? Tra l’altro, un tale disservizio pone il fianco a varie inadempienze di legge. Basti pensare, ad esempio, all’Albo pretorio elettronico, la cui istituzione fu imposta dall’ex-ministro Brunetta, che doveva far risparmiare le Amministrazioni imponendo la pubblicazione degli atti on line. Come farà ora il Comune Santa Croce Camerina ad adempiere ai suoi obblighi di pubblicazione legale dei documenti, visto che la pubblicazione dei documenti cartacei non ha più effetto di legge?” si chiede l’ex assessore, che poi continua il suo intervento. “Aggiungiamo che, a nostra conoscenza, il Comune tuttora non possiede un regolamento che governi la gestione del sito, per cui non si sa bene con quali criteri vengano pubblicati gli atti. Ad esempio, di quasi tutte le determine viene pubblicato il solo titolo (per cui, indovinarne i contenuti è materia di chiaroveggenza), mentre le delibere di giunta vengono spesso pubblicate senza allegati (quindi, risultano di poca utilità per i cittadino). Né ci risulta esista ufficialmente un responsabile della gestione del sito e/o delle pubblicazioni nell’albo pretorio; pertanto, qualora si dovesse verificare un disservizio, il cittadino non sa a chi segnalarlo e/o a chi attribuirne le responsabilità. Comunque sia, il fatto tangibile è che al momento il sito, servizio indispensabile per il cittadino, non esiste più. Speriamo che il problema venga al più presto risolto, e che al cittadino vengano resi nuovamente accessibili atti, documenti, informazioni e modulistica on line”.

Redazione

3 Commenti

  1. Mimmo Baeli

    12 aprile 2013 a 10:29

    Prima di esprimere pareri o dare giudizi più o meno affrettati, io consigliere di visitare il sito ufficiale del Comune di Santa Croce Camerina… http://comune.santa-croce-camerina.rg.it/, poi forse potrei giudicare!!!
    Scrivere in maniera gratuita è molto facile…

    Rispondi

  2. Piero Mandarà

    12 aprile 2013 a 13:14

    Sono contento che attraverso il mio intervento almeno si potrà avere con esattezza il nuovo indirizzo email del sito del comune, visto che, fino ad ora nessuno aveva comunicato niente. Resta il fatto che per 5 mesi il sito e rimasto inagibile e inaccessibile e che, ora in fretta e furia, sia stato messo di nuovo on-line. Tuttavia quando si apre la pagina troviamo questa scritta: Il sito è attualmente in manutenzione, ci scusiamo per il disagio.

    Rispondi

  3. Mimmo Baeli

    12 aprile 2013 a 14:03

    Veramente l’indirizzo del sito istituzionale del Comune di Santa Croce e’ noto a quasi tutto, basterebbe leggere su FB molti commenti in merito, negativi e positivi… Tuttavia un sito, soprattutto se istituzionale, non può essere preparato ” in fretta e furia”… e gli addetti al lavoro lo sanno benissimo!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…