Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Era l’aprile del 1984 quando con alcune persone, a Santa Croce Camerina, abbiamo iniziato un’esperienza di volontariato costituendo una sezione locale della Croce Rossa”. Inizia così il discorso di Bartolo Scillieri, attuale presidente dell’A.V.S di S.Croce, presso una bibllioteca comunale stracolma di volontari provenienti da tutta la Sicilia (Vittoria, Gela, Niscemi, Ragusa ecc…), dove nel pomeriggio di sabato si è svolta una tavola rotonda su “Volontariato e Istituzioni”. “Successivamente, nel 1988 – prosegue Scillieri – a seguito  di una scissione interna si costituì l’A.V.S. locale, che acquistò con il contributo della cittadinanza e della Banca Agricola Popolare la prima ambulanza e cominciò a muovere i primi passi nello svolgimento di alcune attività di volontariato importanti”. Presenti alla tavola rotonda il sindaco di S.Croce Franca Iurato, il parroco don Angelo Strada, il direttore sanitario aziendale A.S.P.7, dott. Vito Amato, e la dott.ssa Sonia Longo, direttore CSVE (centro servizi volontariato etneo) che ha tenuto a precisare l’importanza e il ruolo primario che riveste il CSVE nella formazione del volontariato. “Sono passati 25 anni e il compito che svolge oggi l’A.V.S. di Santa Croce è di primaria importanza nella società attuale – spiega uno dei dirigenti A.V.S., Carmelo Traina – poichè attraverso attività di formazione e di esercitazione nelle scuole, i giovani apprendono nozioni e comportamenti utili per la propria vita. Per tale motivo sempre oggi si è svolta una esercitazione di P.C. che ha visto coinvolti 50 volontari dell’A.V.S. di Santa Croce, del gruppo comunale della Protezione Civile, del circuito Anpas, che hanno partecipato ad una simulazione di emergenza post sisma presso l’I.T.C. “Fabio Besta” di S.Croce, dove si è svolta in tempo reale l’evacuazione di emergenza sanitaria”. A spiegare nei particolari l’evento il vice presidente A.V.S. Gaetano Pernice: “Si è trattato di un evento utile soprattutto a conoscere come la nostra associazione interviene in caso di calamità o grandi eventi, come si comporta durante e dopo un terremoto, per testare la preparazione sul campo e, per la pattuglia P.C., per perfezionare meccanismi, procedure e materiali previsti dai nostri protocolli operativi in caso di intervento”. L’esercitazione è riuscita perfettamente e il pieno successo dell’evento è stato raggiunto anche grazie alla professionalità ed alla sensibilità dimostrata del dirigente scolastico dell’Istituto e degli studenti coinvolti in questa simulazione. Sempre sabato, nell’ambito dei festeggiamenti del 25° anniversario della fondazione dell’A.V.S., sono stati esposti dei lavori realizzati dall’istituto comprensivo di S.Croce e successivamente sono stati consegnati degli attestati di riconoscimento e merito a tutti coloro che in questi anni hanno contribuito alla crescita dell’associazione. Infine come ultimo atto si è svolta la benedizione della nuova ambulanza messa a disposizione dei cittadini di Santa Croce e della B.A.P.R.

Redazione

Simulazione di pronto intervento post-sisma I.T.C. “Fabio Besta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Centro “Terza Primavera”, rinnovato il comitato di gestione: due nuovi ingressi

Rinnovate le cariche del comitato di gestione del Centro Diurno di Santa Croce Camerina. I…