Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Comitato spontaneo “NO SCHINUS TEREBINTHIFOLIUS” presieduto da Silvio Rizzo, Rosario Mauro, Cristian Recca, Vitaliano Pollari ed altri ancora, a seguito del silenzio assordante e dell’indifferenza totale tenuta dell’amministrazione dopo la richiesta da parte del comitato di indire un’assemblea e un confronto pubblico per spiegare e illustrare le motivazioni della scelta dell’albero, ha ritenuto riunirsi una seconda volta attraverso una assemblea pubblica lunedì 27 maggio presso la sede dell’associazione politico-culturale Città Futura. Alla presenza di diversi cittadini e dopo aver preso atto e constatato che l’amministrazione non ha nessuna volontà di dialogare attraverso una partecipazione condivisa della città e tantomeno di temporeggiare nella messa a dimora che verrà eseguita nelle prossime settimane, ha deciso attraverso i vari interventi in rapida successione di procedere con azioni dapprima informative  (volantinaggio), successivamente con l’illustrazione di una relazione tecnica dove si può dimostrare che la scelta della tipologia dell’albero in oggetto oltre ad essere incoerente, è illogica perché da un lato non rispetta il periodo della piantumazione, che non può essere il mese di giugno bensì un mese autunnale, dall’altro per il rapporto tra il prezzo abbastanza elevato e la durata nel tempo dell’albero (30 anni circa). Se tutto questo non dovesse sortire nessun effetto, il comitato è pronto a sostenere una azione dimostrativa eclatante per impedire la messa a dimora in piazza V.Emanuele.

Redazione

© Riproduzione riservata

Un Commento

  1. Alessandro R. quello dell'altro articolo sul degrado in spiaggia

    29 maggio 2013 a 21:11

    la moda dei comitati…mettiamo NO davanti a tutto e vestiamoci di un ruolo così almeno si esce dall’anonimato eterno di chi non ha ne arte ne parte…di eclatante si vede solo il nulla di questa gente, sempre la solita, sempre perdente…
    Qualsiasi albero avessero scelto…avreste messo un NO davanti, quale occasione più ghiotta per chi non ha nulla di meglio da fare…piantumate il “pruno” va!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Centro “Terza Primavera”, rinnovato il comitato di gestione: due nuovi ingressi

Rinnovate le cariche del comitato di gestione del Centro Diurno di Santa Croce Camerina. I…