Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

A margine dell’incontro-dibattito avvenuto domenica mattina alla Biblioteca comunale, in cui è intervenuto il Console tunisino e il rappresentante provinciale della comunità tunisina, e a seguito delle frequenti  notizie di cronaca che hanno come protagonisti in negativo alcuni cittadini del Paese nord-africano, abbiamo ascoltato un religioso, Amor  Salah. Da circa vent’anni è presente sul nostro territorio, conosce bene la realtà che lo circonda e, dopo il lavoro nelle serre, indossa la tunica bianca e invita i suoi connazionali alla preghiera e alla concordia verso la città che li ospita. Il religioso, nella lunga intervista che ci ha rilasciato, oltre a ribadire l’esigenza di una convivenza pacifica con i santacrocesi, fa  anche alcune rivendicazioni e chiede diritti per la sua comunità, togliendosi  qualche sassolino dalle scarpe. Ascoltate attentamente quello che ha detto nel video sottostante e traetene le conclusioni del caso. Buona visione.

Salvo Dimartino

CLICCA SOTTO PER VEDERE L’INTERVISTA

[youtube]PTjgR7kAELA[/youtube]

8 Commenti

  1. semplice cittadino

    4 giugno 2013 a 20:46

    volevo chiedere al sig AMOR SALAM,ma una moschea non fatta a santa croce è motivo di creare disagio alla popolazione santacrocese?.Per poi non commentare tutti gli altri punti dell’intervista…che ci sarebbe tanto da ridire.

    Rispondi

  2. Cittadino

    5 giugno 2013 a 06:07

    Il discorso di questo tizio è delirio allo stato puro.

    Rispondi

  3. alfio

    6 giugno 2013 a 11:28

    Il bello dei presunti capi delle comunità islmiche specie nelle rivendicazioni è che parlano dal micro al macro a c… di cane . Beati loro e chi li capisce

    Rispondi

  4. Riccardo

    6 giugno 2013 a 12:04

    A parte la conclusione dell’intervento che si è allargato troppo, e qui si vede come la disinformazione e l’ignoranza fa sempre un po’ di danni (questo vale anche per gli italiani, per esempio quelli che rivogliono la Lira), ciò che dice non è poi così sbagliato; lui da personaggio religioso può fare la sua parte, può cercare di controllare coloro che frequentano i culti, ma di certo non tutti i tunisini presenti sul territorio.
    Se la questione delle “carte congelate” è vera, anche io se fossi in lui sarei un po’ arrabbiato con le istituzioni (ma chi non lo è in questo periodo?).

    Secondo me ci vorrebbe un’elezione di un rappresentante di tutte le minoranze presenti sul territorio; elezioni fatta e votata da loro stessi; in modo da dar loro un ruolo in questa società e che li responsabilizzi!
    Queste persone si sentono figli di nessuno e, a causa dell’ignoranza che imperversa, si sentono anche sfruttati dal mondo intero… hanno bisogno di essere riconosciuti come persone, ma soprattutto che la gente non faccia di tutta l’erba un fascio. E’ innegabile che ci siano i delinquenti che vanno puniti come tutti i delinquenti del mondo, ma è vero che ci sono anche brave persone e il compito di una cittadina è quella di sfruttare queste brave persone dandogli la responsabilità di arginare il ruolo distruttivo dei connazionali delinquenti.

    E che ci sia una mentalità “Apri e Costruisci” e non “Chiudi e Demolisci”…

    Rispondi

  5. Cittadino

    6 giugno 2013 a 13:37

    Riccardo questo signore non ha manifestato nessun disappunto per il comportamento dei suoi connazionali, ha soltanto sciorinato la pretesa di diritti, ha detto che ci dà una mano, come? Andando a casa dei suoi connazionali per tenerli calmi, e di che? Vuole le maestre arabe, bene, già che ci siamo assumiamo anche quelle rumene, albanesi e polacche, giusto? Dice che ci hanno donato i loro “frutti” figurati, potevamo benissimo farne a meno, e poi ci presi per ladri, e ha detto, ridateci i nostri soldi e ce ne andremo, ma quali soldi gli abbiamo rubato? Per non parlare di tutte le altre idiozie che ha detto, se per te questo signore ha fatto un ragionamento sensato, allora ti consiglio ti farti vedere da un buon medico.

    Rispondi

  6. Riccardo

    7 giugno 2013 a 12:19

    Non capisco qual è la difficoltà di certi miei concittadini di comprendere ciò che scrivo… forse devo cercare di scrivere in modo più chiaro (sicuramente sarà questo).
    Ho specificato che escludendo l’ultima parte del discorso, quello che ha detto all’inizio ha senso per me… ha detto che ci prova a calmarli, ma non è detto che ci riesca… Per il resto è solo frutto dell’ignoranza, penso che parlasse di Europa che gli ha fregato i soldi di certo non di noi santacrocesi… ma chissà a cosa si riferiva davvero…

    Rispondi

  7. medicina per cervello

    10 giugno 2013 a 12:42

    che se la prenda lui per primo la MEDICINA PER CERVELLO, credo ne abbia molto bisogno!

    Rispondi

  8. valentina

    23 giugno 2013 a 18:06

    hahahahahahahhahahahahahahahhaah,,,,,,,avete capito o no hahahahahahahahahah

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…