Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si aspetta solo la cerimonia al Palazzo Municipale, nella quale il sindaco Franca Iurato ufficializzerà l’unione fra il Santa Croce e la Nuova Kamarinense. Le dirigenze delle due società calcistiche locali, dopo numerosi incontri e la stesura di un comunicato stampa, hanno annunciato ufficialmente la comunione d’intenti e la continuazione del loro lavoro in un’unica società. Questo, comunque, non coinciderà con la scomparsa delle due compagini, che saranno amministrate congiuntamente ma si occuperanno di diversi settori. L’UPD Santa Croce continuerà con la prima squadra che parteciperà al campionato di Promozione e si farà carico della formazione “Juniores”, obbligatoria per il campionato di competenza, e forse della formazione “Allievi”. La Nuova Kamarinense, invece, rinuncerà al campionato di Prima Categoria e si occuperà solo di settore giovanile, facendosi carico della Scuola Calcio e delle varie categorie calcistiche giovanili. Entrambe le società, seppur componenti dello stesso gruppo dirigenziale, saranno amministrate con dei bilanci separati, per consentire un’autonomia economica a ognuna delle due strutture. Non si conoscono ancora i particolari dell’accordo fra le due dirigenze che, comunque, dovranno mettere sul piatto la stessa quota economica, per stabilire il budget da impiegare nella prossima stagione agonistica. Si parla anche di un importante sponsor del Nord Italia che è interessato a investire sul progetto Santa Croce, a condizione che il proprio nome risulti nelle carte federali, così come avviene nella pallacanestro e nel volley. Insomma, c’è molta carne sul fuoco, ma soprattutto è in atto un rilancio del calcio camarinense che potrebbe aprire scenari confortevoli. Aspettando il giorno dell’ufficializzazione, c’è molta curiosità sulle nuove figure che dovranno formare la nuova squadra che parteciperà al prossimo campionato di Promozione. Non si conosce ancora con quali obiettivi il nuovo Santa Croce si presenterà ai nastri di partenza della prossima stagione, ma di sicuro il primo nodo da sciogliere sarà quello della nomina del nuovo allenatore che darà le direttive per la scelta dei giocatori adattabili al proprio modulo di gioco.

Fabio Fichera

Un Commento

  1. libellula

    7 giugno 2013 a 10:41

    Bella fusione !!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Basket, Promozione: la Vigor dura un tempo, poi si scioglie a Ragusa (96-58)

La Vigor illude per due quarti, poi cede con l’onore delle armi alla Domenico Savio. Per i…