Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Nonostante il problema della sicurezza sia costantemente attenzionato attraverso le varie attività preventive intraprese dall’amministrazione e le sollecitazioni dei cittadini di Santa Croce, ulteriori episodi inquietanti continuano a fare cronaca. Ancora una volta i protagonisti sono degli immigrati, anche se la location si sposta costantemente dal paese alle borgate marinare. Punta Secca è stata l’ultimo scenario di una lite che ha visto coinvolti un gruppo di rumeni e un tunisino. Non del tutto chiare le ragioni che hanno spinto il gruppetto di rumeni ad aggredire con bottiglie di vetro e spranghe il malcapitato. L’ipotesi più accreditata farebbe pensare ad un richiamo all’ordine, un’osservazione di troppo, rivolto da quest’ultimo verso uno dei rumeni che, sotto i fumi dell’alcool, stava espletando i propri bisogni corporali per strada. L’intervento delle forze dell’ordine ha messo in fuga gli aggressori permettendo il soccorso del povero uomo ferito. Purtroppo episodi come questo stanno diventando troppo frequenti e, pur coinvolgendo solo soggetti stranieri, turbano gli animi di chi, impotente, teme che il fenomeno si allarghi e possa inglobare anche i locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Punta Braccetto: beccato a spacciare per la seconda volta, tunisino in manette

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e U.P.G. e S.P. Squadra Nautica – arresta Ton Nader, …