Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

I volontari le hanno rimosse, creando sulla spiaggia di Punta Secca alcuni cumuli che dovranno essere portati via. Si attende adesso il nulla osta del demanio che dovrà autorizzare il Comune a togliere le pietre dalla spiaggia di Punta Secca. Uno spettacolo poco edificante per una frazione a vocazione turistica. “Chiediamo al Comune di fare presto – spiega Giovanni Barone, presidente del movimento politico “Noi Ci Crediamo” -. Si tratta di materiale inerte che le mareggiate hanno portato sull’arenile nell’unico tratto di spiaggia pienamente fruibile”. Altra anomalia riguarda il dragaggio del porticciolo che dovrebbe essere effettuato durante la stagione estiva. “Si tratta di una anomalia che va ridiscussa – aggiunge Barone -. Non è opportuno dragare il porto, con tutti i disagi del caso, nel bel mezzo della stagione turistica, con centinaia di turisti e vacanzieri che transitano sulla spiaggia. Mi auguro che la ditta incaricata abbia tutte le autorizzazioni del caso. Inclusa la documentazione di natura igienico sanitaria. Non è consentito – continua Barone – fare il dragaggio in queste condizioni”. Anche la zona a traffico limitato ha sollevato un vespaio di polemiche. “Alcune scelte vanno discusse e condivise con i diretti protagonisti – aggiunge Barone -, nel caso specifico i commercianti. Attendiamo l’ufficializzazione della Ztl per fare le nostre valutazioni di natura politica. In questo momento le borgate a mare sono sprovviste dei più elementari servizi, vedi le docce e le passerelle per i diversamente abili, con tutte le difficoltà che potete immaginare”, conclude Barone.

3 Commenti

  1. Enrico Mattei

    28 giugno 2013 a 11:31

    “Il futuro è di chi lo sa immaginare” questa è una frase di Enrico Mattei, quello vero che utilizzo qui impropriamente per cercare di salvare Barone dal ridicolo inseguimento di ciò che ormai è passato e non si ripresenterà mai più. La poltrona di Sindaco.
    Legittima anzi, sacrosanta l’attenzione del cittadino nei confronti di quello che andrebbe migliorato se non attivato ex novo e lodevoli i suggerimenti se arrivassero gratuiti e non per fare proclami da opposizione come questi.
    L’opposizione spetta a chiunque non condivide e nel caso di Barone, oppositore, ci può stare ma è incredibile vedere come si arrovella e continua incrollabilmente a puntare il dito su ogni questione…incredibile spirito civico?(aumentato a dismisura negli ultimi anni o mesi) o vana speranza di creare problemi all’amministrazione per rovesciarla?. La risposta è inutile conoscerla e potrebbero anche coesistere le due possibilità ma ciò che forse dovrebbe capire Barone ma dimostra con testardaggine di non rendersene conto è che anche se questa Amministrazione cadesse oggi, lui non sarà il Sindaco di domani!
    Quale scellerata coalizione potrebbe mai ricandidare il cavallo perdente, il politico bollito, il candidato trombato…le espressioni sarebbero infinite ma il pensiero che frulla nella testa di questo cittadino così solerte cittadino attento a tutto è solo uno “Quanto mi brucia ancora aver perso da strafavorito le elezioni”. Un motivo ci sarà stato…quindi…inutile abbaiare alla luna…il prossimo giro se lo farà un altro…e al massimo spera in una nomina assessoriale che è più facile e non è passibile della pesante scure del giudizio delle urne. Non immagini che il futuro reale o verosimile sai questo? Rilassati…

    Rispondi

  2. a. baglio

    28 giugno 2013 a 22:33

    Ce ne fussunu politici come u dutture!!!! Abbiamo scomodato pure a enrico mattei, per dire una minciata, vedremo chi dovrá rimpiangere quei tre voti, se u dutture barone o i santacruciari tutti.

    Rispondi

  3. Giovanni Barone

    29 giugno 2013 a 01:31

    Ringrazio A.Baglio anche se ci auguriamo che i nostri concittadini abbiano una amministrazione all’altezza e noi da oppositori a questo tendiamo.
    A Enrico Mattei dico che è vero è andata come è andata la città ha scelto, non sono stato eletto. . . Ma sono e rimango Giovanni Barone, ho un nome e cognome ci metto la faccia, potrei nascondermi glissare, invece continuo a rischiare pur avendo una famiglia e una professione che occupano pienamente e con soddisfazione la mia vita. Tu invece chi sei? Un anonimo, un nessuno e tale rimani

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…