Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Traendo spunto dalle ultime elezioni ragusane – in cui si è realizzata la grande ammucchiata per contrastare (senza successo) il grillino Piccitto – il Circolo Meridiana di Santa Croce ha deciso di “indagare” sul comportamento dell’attuale opposizione al Consiglio Comunale. Quattro dei cinque rappresentanti della lista ‘Noi ci crediamo’, infatti, appartengono a Territorio, il movimento che Nello Dipasquale, sia a livello regionale che locale ha fatto transitare nella lista Megafono del presidente Crocetta e apparentato al Partito Democratico, sempre più a sinistra. Semmai questo tipo di scenario dovesse ripresentarsi anche al Comune di Santa Croce, il quadro del Consiglio – già in bilico, anche se per motivi opposti, nelle ultime ore – sarebbe rivoluzionato. Da qui una richiesta di chiarimenti ai diretti interessati (Brancato, Pernice, Brullo e Portelli, ndr): “Dopo questi accadimenti politici, crediamo sia lecito chiedersi cosa accadrà nel nostro Comune – scrivono i rappresentanti del Circolo Meridiana -. Infatti, nel nostro Consiglio Comunale, dei 5 consiglieri d’opposizione eletti con la lista ‘Noi ci crediamo’, ben 4 fanno o facevano parte del movimento Territorio e militavano in passato anche loro nei partiti di centro-destra. Ma adesso che i loro colleghi, negli altri comuni, sono transitati nella lista Megafono e quindi sono alleati del Partito Democratico, sarebbe corretto nei confronti della cittadinanza sapere se loro continueranno ad essere opposizione, oppure seguiranno le nobili gesta dei colleghi e quindi andranno a ingrossare le fila della maggioranza”.

Redazione

2 Commenti

  1. Il visionario ma non troppo.

    8 luglio 2013 a 10:21

    Anche a santa croce le metamorfosi politica è iniziata, basta seguire attentamente il video di Giovanni Barone. Prevedo una sonora batosta al Gruppo Agricoltori, della serie sedotti e abbandonati.

    Rispondi

  2. Visionario quasi come te

    8 luglio 2013 a 23:07

    Sì visionario concordo con te la metamorfosi prima o poi ci sarà, solo che più che gli agricoltori la batosta la prende sempre il povero Barone che verrà abbandonato anche dai consiglieri d’opposizione della sua lista. Loro sono dentro e un domani magari entrano nella maggioranza, lui è fuori dalla porta e sempre più solo. La politica è crudele…….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …