Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si sono tenuti presso la cattedrale di San Giovanni Battista, a Ragusa, i funerali di Antonio Basile, il 15enne che ha perso la vita in un tragico indicente stradale sabato sera, lungo Corso Oceano Indiano a Caucana. All’arrivo della bara sul sagrato della chiesa, è scattato un lungo applauso da parte della folla presente. A presiedere la liturgia è stato l’arcivescovo Gianbattista Diquattro. Ha celebrato con lui anche don Carmelo Tidona, parroco della cattedrale. L’intervento più commosso è stato quello di mamma Raffaella, che trattenendo a stento le lacrime ha parlato del figlio: “Sapevo che era speciale. Ci ha insegnato come non ci vogliano troppe regole per essere una persona perbene. Sono stata io in questi 15 anni a imparare da te. Ti prometto che ce la metterò tutta per stare accanto alla tua famiglia e al tuo adorato papà. Tra i numerosi amici presenti, alcuni hanno lanciato un messaggio dall’altare: “Ricordiamo Antonio con un sorriso, senza piangere. Lui vorrebbe così”. Sulla bara era disposta anche una maglietta giallorossa – simbolo della Roma, la squadra preferita del giovane ragusano – ed un’altra, che indossavano anche alcuni amici, con la scritta “Ciao Sile”. Antonio Basile se n’è andato sabato scorso, intorno alle 22: viaggiava a bordo del suo nuovissimo scooter in direzione Marina di Ragusa, quando un’auto lo ha investito frontalmente, non lasciandogli scampo.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Trenta grammi di hashish suddivisi in stecche: arrestato 32enne a Santa Croce

Servizio a largo raggio di controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia …