Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

In via S.Isidoro, all’altezza dell’incrocio con via Marsala, a Santa Croce, ci è stato segnalato un palo della luce pericolante. Da diverso tempo, ormai, le richieste d’intervento inoltrate al comando della Polizia Municipale e all’ufficio tecnico non trovano risposta. Oltretutto i fili della luce staccati dalla linea di conduttura vanno a sbattere, specialmente nelle giornate ventose, sul palo pericolante, provocando la caduta di pezzi di cemento. La segnalazione è arrivata anche alla Protezione Civile, come emergenza per l’incolumità dei cittadini. E’ davvero così necessario attendere che il palo in questione cada in testa a qualche malcapitato o addirittura sull’abitazione adiacente?

Redazione

3 Commenti

  1. Rosario Mauro

    10 luglio 2013 a 09:50

    Spett.le Redazione SCWeb,
    colgo l’occasione per segnalare, ancora una volta, un caso assai simile in via G. Carducci, dove i pali pericolanti sono addirittura tre. Già nel 2008, e per ben due volte, ho avuto modo di fare le opportune segnalazioni, ma a distanza di cinque anni non è stato effettuato alcun intervento risolutivo. Ciò mi porta a considerare che, nella malaugurata ipotesi di danni a cose e, soprattutto, a persone, ci saranno tempi e modi di accertare nelle sedi opportune eventuali responsabilità personali.
    Distinti saluti

    Rispondi

  2. CITTADINO SANTACROCESE

    10 luglio 2013 a 10:28

    invece di scegliere la strada più lunga, scegliete quella più breve : CHIAMATE I VIGILI DEL FUOCO! la stessa situazione è già successa a s. croce e dopo la segnalazione è avvenuto il sopralluogo dell’enel e la sostituzione definitiva del palo elettrico.
    N.B= il degrado urbano non è iniziato con questa amministrazione ma ha origini ben lontane…!

    Rispondi

  3. ROSARIO VENTURA

    10 luglio 2013 a 21:42

    Io non capisco come fanno a prendersi responsabilita e disposizione di guidare un paese come Santa Croce Camerina , quando poi nei fatti non sono presenti a soddisfare le esigenze de cittadini,ma come fanno a non vergognarsi quando devono prendere i voti ti promettono mari e monti, e poi sono solo buoni a riscaldare le poltrone che tramite i voti dei cittadini hanno conquistato, debbono alzarsi il sedere dalle poltrone andare in giro per le stade del paese e vedere dove ce qualcosa da fare , perche non bastano le promesse e le parole se poi nei fatti non esistono, vergogna………….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Morte Habib, la vicinananza del circolo #chiAmasantacroce: “Grande dolore”

Si lascia la Patria per dare un futuro migliore ai figli non per perdere la vita. Ennesima…