Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

E’ stato reso noto lunedì mattina il programma delle manifestazioni estive lungo la fascia costiera di Santa Croce. ‘Estate Kamarinense 2013’ si concentrerà soprattutto a Punta Secca, dove il 10 luglio – con la celebrazione del 70° anniversario dello sbarco degli Alleati – ha preso ufficialmente il via la stagione degli spettacoli. In piazza Faro e piazza Torre saranno ospitati parecchi eventi da qui al prossimo 25 agosto: gruppi musicali locali, alcune serate teatrali (come quelle del 21 e 26 luglio con le compagnie “A Lumera” e “Hobby Club”) e un paio di appuntamenti con l’arte: la mostra fotografica ‘Punta Secca Mon Amour’ sarà svelata il 28 luglio, qualche giorno più tardi (11 agosto) toccherà a un’estemporanea di grafica e pittura. I “Vota, Gira e Furria” trovano spazio per ben due volte: l’8 agosto con una serata tributo a De Andrè e il 17 agosto, nell’ambito di una notte bianca un po’ rivisitata rispetto al passato. Si chiamerà “Aspettando l’alba” e oltre al già citato gruppo musicale, Punta Secca si riempirà di sagre e degustazioni varie. Non mancano le serate organizzate grazie al contributo degli esercenti, né l’ormai canonica Festa dello Sport, in programma il prossimo 24 agosto. Il 25, con un po’ di anticipo rispetto al solito, l’ultima serata con l’esibizione della scuola di taekwondo. Anche Casuzze sarà toccata dal cartellone estivo degli spettacoli (10 serate in totale, fra musica e teatro, al Cine Giardino d’Estate e in corso Oceano Atlantico). Appena sfiorate Torre di Mezzo e Punta Braccetto (una serata a testa), mentre al Parco Archeologico di Caucana si terrà la rassegna Teatri di Pietra, suddivisa in quattro appuntamenti dal 9 al 27 agosto. A Santa Croce, infine, i rinomati appuntamenti settembrini con le compagnie teatrali più in voga della Provincia. Il 14 settembre invece sarà celebrata Santa Rosalia.

Redazione

2 Commenti

  1. giuseppe

    18 luglio 2013 a 11:46

    Ancora una volta questa amministrazioe si distingue per “esterofilia” oltre ai vari professionisti pescati qua e la in provincia anche chi dovrà allietare l’estae dei santacrocesi provengono dai comuni limitrofi. Non soltanto una serata ma alcuni ne fanno due, forse le fanno gratis? E i nostri gruppi o musicisti nostrani? Mistero. Quali cambiali e a chi si devono pagare? Le professionalità presenti in città in questo modo vengono mortificate, oppure si paga la non appartenenza a qualche cricca? Davvero deprimente, e poi a chiacchere sono vicini alla cittadinanza. Con i soldi dei contribuenti, si foraggiano professionisti di fuori, dove, per i nostri è sempre stato territorio off-limits. Complimenti. continuate cosi che andrete sicuramente a sbattere, il vostro insulso giochetto è venuto finalmente fuori.

    Rispondi

  2. DUX

    27 luglio 2013 a 10:29

    condivido pienamente il tuo pensiero!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

“Per noi è sì”: Licitra e Arezzo superano la prima audizione a X-Factor VIDEO

Due ragusani con la musica nel sangue, capaci di trasmettere emozioni. Lorenzo Licitra, gi…