Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Consiglio Comunale di mercoledì sera ha avuto un inizio di seduta parecchio concitato. Fra i numerosi argomenti all’ordine del giorno, anche il question time presentato dall’opposizione, che chiedeva al sindaco di poter conoscere il metodo utilizzato nel bando di selezione dell’agenzia di somministrazione di lavoro temporaneo. Uno strumento, come ha chiarito ai nostri microfoni il nuovo assessore Giansalvo Allù, di “politiche attive del lavoro che i consiglieri d’opposizione non conoscono. Negli ultimi anni – prosegue il successore di Pluchino -, a causa del blocco delle assunzioni imposto dal governo regionale ai comuni, ci si affida a questo strumento, in cui il Comune è l’ente appaltante e i lavoratori, selezionati dalla ditta aggiudicatrice del bando, svolgono mansioni utili per un periodo di tempo determinato. Spiace, a tal proposito, che siano alcuni consiglieri giovani a fare ostruzionismo: dovrebbero informarsi di più ed essere più aperti verso le politiche attive del lavoro”. Allù, anche in Aula, si è sforzato di spiegare alcuni passaggi cruciali del bando. Ma Luca Agnello, dai banchi dell’opposizione, non è parso soddisfatto: “Innanzitutto vorrei sapere perché sia stato proprio Allù a darci spiegazioni. E’ il nuovo arrivato e l’attività amministrativa era già stata portata avanti. Poi, non ce ne facciamo nulla delle sue lezioncine di diritto dei contratti. Il nostro compito è quello di riportare a galla la trasparenza. Considerato che molte domande sono rimaste inevase, non escludiamo di rivolgerci attraverso interrogazione scritta anche ad enti superiori, come ad esempio l’assessorato regionale agli Enti Locali”. Ascolta le video-interviste.

Intervista Giansalvo Allù

[youtube]-lgVM8d_6u4[/youtube]

Intervista Luca Agnello

[youtube]trmsBkF7EtQ[/youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…