Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Ogni promessa è un debito”. Questo detto riassume efficacemente l’impegno che Gruppo Agricoltori, CIA e Coldiretti di Santa Croce si sono assunti pochi mesi fa ed il cui epilogo è avvenuto da qualche giorno. Ma ricostruiamo la vicenda. In occasione della festività di San Giuseppe, svoltasi nel marzo scorso, all’interno degli stand organizzati dal Gruppo Agricoltori, CIA e Coldiretti si è effettuata una raccolta di beneficenza in cui chiunque, acquistando un sacchetto di prodotti ortofrutticoli della nostra terra ad una cifra simbolica, contribuiva a devolvere il ricavato per l’acquisto di un defibrillatore. Grazie alla generosità di molti si è giunti alla cifra necessaria che ne ha permesso l’acquisizione. Il Comune di Santa Croce Camerina, pochi giorni fa, è stato omaggiato di questo preziosissimo dono dal Gruppo Agricoltori, CIA e Coldiretti e potrà metterlo a disposizione della cittadinanza secondo le necessità, perché le promesse vanno sempre mantenute e, in questo caso, possono salvarti la vita.

Antonella Galuppi

5 Commenti

  1. enzoAq

    3 agosto 2013 a 22:45

    Complimenti, bella iniziativa.

    Rispondi

  2. benissimo!!!!

    4 agosto 2013 a 11:14

    bravi. adesso per completezza di informazioni. Quanto si è raccolto. quanto è costato. dove si metterà e chi lo usera e ne controllera il funzionamento

    Rispondi

  3. DUX

    5 agosto 2013 a 20:04

    Quanto è costato e quanto si è raccolto sono le ultime cose che ci devono interessare,quello che conta è che sia utilizzato e bene!!!

    Rispondi

  4. mah!!!

    6 agosto 2013 a 16:52

    sbagliato. Tutto deve interessarci quando i soldi sono pubblici e renderne conto è un segno di rispetto per chi magari ha acquistato quei prodotti, pur avendoli magari nelle serre di proprietà solo per dare un contributo a una buona iniziativa. Una domanda alla redazione. Il defibrillatore nella foto è quello acquistato o si è volta mettere una foto qualsiasi? Importante la risposta!!!!

    Rispondi

  5. giorgio di natale

    7 agosto 2013 a 12:20

    Bravi la promessa è stata mantenuta e riguardava solo l’acquisto .
    le coscienze , adesso, sono tranquille e sopite.

    adesso chissà in quale cassetto potrebbe restare inutilizzato e dimenticato quel gioiello.. a meno che…

    idea: perchè non regalarlo alla società di calcio ?
    adesso che, per legge , nelle manifestazioni sportive è obbligatorio la presenza del defibrillatore faremmo felici dottore e company che eviterebbero così di comprare il prezioso e indispensabile strumento. salvando se non la vita … il bilancio della squadra

    E nel futuro , gli agricoltori , per evitare figli e figliastri potrebbero impegnarsi ancora per regalare defibrillatori a TUTTE le società sportive del paese e non solo quella …. diciamo così…. Governativa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

E’ la domenica della prevenzione: controlli di glicemia e pressione arteriosa

“Lo screening è vita”: con questo slogan l’Associazione Volontari del Soccorso di Santa Cr…