Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
Il destino dell’ex caserma della Guardia di Finanza di Punta Secca torna al centro del dibattito politico. La struttura, fatiscente e in disuso da anni, rovina in modo irreparabile l’immagine della borgata a mare. Negli ultimi anni l’abbattimento è stato reso impossibile dal fatto che il rudere non è di proprietà del Comune ma del Demanio e di conseguenza della regione Sicilia. Varie iniziative portate avanti dall’ex amministrazione Schembari – come un piano particolareggiato che ne prevedeva la demolizione – sono state sonoramente bocciate. Nel corso della terza puntata di “Microfono Aperto”, però il nuovo assessore all’Ambiente Giansalvo Allù ha ritirato l’argomento fuori dal cassetto: “Abbatteremo l’ex caserma entro la fine della legislatura”. Quindi entro quattro anni: “Non metteremo in campo progetti disparati come la vecchia Amministrazione – ha proseguito l’assessore -. In quel sito sorgerà un belvedere e destineremo alcune parti dell’area ai servizi. Inoltre, l’estate prossima partirà la raccolta differenziata anche nelle frazioni a mare”. Una presa di posizione così rapida ha colto di sorpresa il consigliere d’opposizione Luca Agnello (‘Noi ci crediamo’): “Aspettare quattro anni per l’abbattimento ci pare eccessivo e, in ogni caso, farlo senza un progetto chiaro e la condivisione dei cittadini non è una buona idea. Sembra ancora una volta un’azione politica di casta, che vuole accontentare solo alcuni. Per questo non ci trova d’accordo. Ci batteremo con forza affinché questa decisione possa essere condivisa da tutti”.
Redazione

3 Commenti

  1. Marco G.

    8 agosto 2013 a 11:26

    Il solito trucchetto stupidino per tirare avanti altri 4 anni. e poi il belvedere, così la visuale dell’assessore non viene disturbata.
    Volete continuare in questo modo? lasciateci pure la caserma ma andatevene subito. Ridicoli

    Rispondi

    • Giuseppe

      9 agosto 2013 a 01:12

      Rilassati, se non te ne sei accorto siamo in democrazia, lo so che ti rode il c…o perdere per tre voti, senza contare la spesa inutile dei palloncini che dovevano volare in caso di vittoria, perciò rilassati e goditi gli altri 4 anni. 😉

      Rispondi

  2. franz

    9 agosto 2013 a 13:50

    ma quattro lunghi anni occorrono per abbattere un vecchio rudere? scusate ma non è dichiarato inagibile e per giunta fatiscente ? io penso che per abbatterlo ci vuole solo volonta’, poi se l’assessore abita la che ci frega ne godiamo tutti…certo fare ostruzionismo perche’ lui abita li e da idioti, mica la piazza diventera’ sua, vai Gians…ma alliestiti che il tempo stringe, il tuo compare CASCONE allora SINDACO libero’ la spiaggia da quel fatiscente chalet…vai tu adesso siamo con te !!
    P.S, qualche parte lasciala per i servizi.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, 2ª Categoria: Occhipinti e Vespertino, l’Atletico vince senza strafare

L’Atletico è brillante solo a tratti, ma basta un gol per tempo per aver ragione della Leo…