Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
Emergono nuovi sviluppi sull’indagine per sversamento di liquami in area pubblica e deposito di rifiuti non autorizzati nell’area di stoccaggio comunale di c.da Pezze. Nella mattinata di oggi sono stati notificati gli avvisi di garanzia al sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, all’ex ingegnere capo dell’Ufficio Tecnico Franco Poidomani, al funzionario dell’Ufficio Tecnico Stefano Iurato, all’ex assessore all’Ambiente Rosario Pluchino e al titolare della ditta di raccolta dei rifiuti, Giuseppe Busso. I fatti risalgono allo scorso 23 novembre quando il Comune, “aggirando” lo sciopero della ditta Ecoseib (quella che si occupa della raccolta dei rifiuti a Santa Croce), autorizzò con un ordine servizio alcuni operai comunali a raccogliere la spazzatura e depositarla nella sopracitata area. In quell’occasione l’area di stoccaggio (dichiarata non conforme) e i mezzi comunali utilizzati per la raccolta furono posti sotto sequestro per un paio di settimane. Era stato Giuseppe Busso a sollevare il caso attraverso una denuncia. L’ex assessore all’Ambiente Rosario Pluchino aveva prontamente affermato di non essere a conoscenza dell’intervento ordinato dall’Ufficio Tecnico.

SMENTITA DI BUSSO: “PER ME NESSUN AVVISO DI GARANZIA”

“Il sottoscritto Busso Giuseppe comunica, con preghiera di pubblicazione immediata, che non gli è stato notificato nessun avviso di garanzia come erroneamente da voi pubblicato nell’articolo del 9 agosto 2013, in quanto, per i fatti accaduti lo scorso 23 novembre 2013, è stato proprio il signor Busso a sollevare il caso attraverso una denuncia nei confronti dell’Amministrazione Comunale della cittadina di Santa Croce Camerina. Certo di una vostra celere smentita, cordiali saluti”. Questo il testo della nota inviataci da Giuseppe Busso, titolare della ditta Ecoseib. La notifica di un avviso di garanzia nei suoi confronti ci era stata comunicata dalle forze dell’ordine.

Redazione

Un Commento

  1. Gianni

    10 agosto 2013 a 13:38

    Fa piacere sentire che il sig. Busso sollevi il caso dello sversamento di liquami in area pubblica, cosa sicuramente gravissima. Ma allora come mai gli automezzi della ditta che raccoglie la spazzatura, di cui è titolare Giuseppe Busso come risulta dal vostro articolo, ogni qualvolta si fermano per svuotare i bidoni, sversano liquami sulla strada lasciando pozze di una sostanza melmosa, nauseabonda e maleodorante. Io da anni denuncio la cosa ai vari sindaci, assessori e funzionari dell’Ufficio tecnico di S. Croce che si sono succeduti, sia verbalmente che con esposti scritti regolarmente protocollati, allegando anche documentazione fotografica. Come mai nessuno prende provvedimenti nei confronti del sig. Busso per mettere fine alla cosa. Quanto all’ ex assessore Pluchino, lui è geneticamente scajoliano, sempre inconsapevole di tutto ciò che lo riguarda.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…