Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

E’ avvenuto nei giorni scorsi un importante incontro fra gli amministratori di Santa Croce Camerina, assessori Giansalvo Allù e Dino Aprile con in testa il primo cittadino, Franca Iurato, ed il presidente regionale degli Ecologisti Democratici, Gigi Bellassai, e Francesca Cafiso, portavoce del comitato “No vasca” di Punta Braccetto. Un incontro proficuo per chiudere un capitolo veramente sconcertante concernente una vasca in calcestruzzo per la  raccolta di liquami sita sull’arenile di Punta Braccetto, fra i campeggi Scarabeo e Baia dei coralli. Una struttura che oltre a deturpare lo splendido paesaggio balneare crea non poche perplessità in merito alla sua inopportuna collocazione. Da tempo si sono alternate proteste e prese di posizione dure contro una scelta così sconcertante e pare che si sia giunti finalmente ad un epilogo felice per entrambe le parti. Il comune di Santa Croce, visto che la zona in questione rientra in territorio santacrocese, ha approntato delle soluzioni tecniche per procedere alla demolizione e successiva rimozione delle macerie della “vasca degli orrori” in tempi contenuti. “Per poter procedere alla demolizione di questa struttura è necessario trovare i fondi per individuare un nuovo sito, richiedere i permessi necessari e costruirne una nuova” ha specificato l’assessore Giansalvo Allù, ma le intenzioni per risolvere il tutto ci sono. Inoltre sono state affrontate due tematiche altrettanto urgenti per Punta Braccetto: il ripascimento delle spiagge e l’allaccio idrico e fognario della zona rientrante nel comune di Ragusa con quella del territorio santacrocese. “Gli impegni presi – ha affermato Gigi Bellassai, attualmente presidente del Consiglio comunale di Comiso – essendo tecnicamente realizzabili, saranno onorati, anche perché sono garantiti dalla serietà degli amministratori camarinensi. Sono certo che prima della prossima stagione estiva la vergognosa vasca non ci sarà più. Tuttavia continueremo a vigilare e fare pressing sugli amministratori a partire dalle prossime settimane per accelerare il più possibile gli interventi”.

Antonella Galuppi

Un Commento

  1. Federico

    14 agosto 2013 a 15:42

    Xchè non chiedete a giansalvuzzo quando è stata fatta la vasca e quale amministrazione la ha autorizzata?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…