Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Sono giorni di intenso lavoro per i giocatori della Jobbing Santa Croce, impegnati a correre e a sudare sul rinnovato green dello stadio “Kennedy”. Mister Bellio e il suo secondo Sammito stanno torchiando tutti i componenti della rosa del nuovo Santa Croce, che già domenica 25 agosto sarà impegnato nel primo turno di Coppa Italia contro l’Atletico Gela. Alla truppa biancazzurra (ancora un vero e proprio cantiere aperto) in questi giorni si è aggregato il portiere Danilo Gurrieri che nello scorso campionato militava nel Real Biscari, ma già in maglia biancazzurra nella stagione 2011/2012. La squadra camarinense, in questi primi giorni di preparazione, è stata seguita con curiosità dalla nuova dirigenza biancazzurra, ma la prima impressione l’abbiamo riservata al capitano della Jobbing, ossia quel Calogero La Vaccara che da giocatore navigato, ha dato i primi giudizi sulla nuova stagione agonistica.

–       Ti hanno fatto tante offerte, ma alla fine sei rimasto fedele alla maglia biancazzurra?

Si, mi sono trovato benissimo e ho trovato gente seria che non mi ha fatto mancare mai il proprio appoggio. Lavorare in società sane e serie come il Santa Croce è una fortuna di questi tempi, quindi, quando mi hanno proposto di continuare a giocare con questa maglia, non ho avuto nessuna esitazione.

–       Nuova stagione, nuova squadra e nuovo mister. Un giudizio sulle potenzialità della Jobbing?

Ancora è troppo presto per dare un giudizio. La squadra, comunque, ha buone potenzialità, ma a mio parere mancano ancora diverse pedine, soprattutto in difesa e a centrocampo.

–       La Jobbing è stata inserita nel girone D che comprende molte squadre dell’agrigentino, che campionato sarà?

Sarà un campionato durissimo e molto più tecnico di quello dell’anno scorso. Conosco benissimo gli ambienti dove andremo a confrontarci, giacché per me sarà come un ritorno alle origini. Dovremo attrezzarci per bene, perché incontreremo squadre toste e con gente di qualità che in campo non concederà nulla.

–       Che squadre conosci di questo girone e quale potrà essere la favorita?

Conosco bene il Canicattì che ha approntato una squadra di tutto rispetto. Sarà sicuramente una delle squadra da battere, insieme al Comiso di mister Lucenti che ha costruito un ottimo organico.

Fabio Fichera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Festa dell’Albero: due carrubi fuori da scuola, iniziativa di Fare Ambiente

“Se proteggi un albero, proteggi il futuro”: non è solo un motto, ma è l’…