2184x268micieli
Il Delfino
onoranzescillieri
attualmobili1350

Le pecche della notte bianca: pochi spettacoli, tanta sporcizia e nessuna via di fuga per l’ambulanza

7 117

La notte bianca di Punta Secca è stata lo specchio sincero di tutta l’estate camarinense: pochissima cultura, tanta confusione (non solo di gente), pochi avvenimenti e di limitata qualità. Il giorno dopo l’evento più importante dell’estate, abbiamo raccolto alcune significative testimonianze. Residenti e villeggianti si lamentano per la sporcizia del giorno dopo, causata sia dello scarso senso civico delle persone che dalla mancata prevenzione e della repressione di tali fenomeni; ma anche per l’assenza di parcheggi e servizi adeguati per far fronte alle numerose esigenze dei presenti. L’ambulanza allocata in piazza Faro non aveva alcuna via di fuga. Il consigliere comunale Gaetano Pernice ha fatto presente alle autorità preposte tale incongruenza ma non è stato preso in seria considerazione: “Immaginate cosa sarebbe successo qualora fosse scattata un’emergenza. Tutta quella gente avrebbe ostacolato o rallentato i soccorsi dell’ambulanza, che sarebbe rimasta inghiottita dalla folla. Ma nessuno si è preoccupato più di tanto”. L’aspettativa della gente si è man mano esaurita dopo la mezzanotte, quando l’affannoso fuggi-fuggi e le lunghe colonne di auto ha cancellato tutto il resto.

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
7 Commenti
  1. Giusi dice

    ..dopo il successone della favoletta della formica raccontata in pubblica piazza a chiusura della trascorsa campagna elettorale non credo proprio sia rimasta molta gente in paese alla quale possa interessare la cultura…..

    1. Pino dice

      Beh, credo che sia rimasta solo lei, sig. giusi, come persona acculturata, dalla “profondità” dei suoi commenti si intravede ancora il rodimento per la batosta elettorale. :'(

  2. Giusi dice

    … egregio e “illustre”signor Pino guardi che è stata una grande fortuna non essere riusciti a essere eletti…il paese ha avuto quello che si meritava e di cui ha fatto esplicita richiesta(voto piu’ ,voto meno ,non stiamo a contare le pulci!)… le serate culturali e in sicurezza, citate nell”articolo , non sono una esigenza , vanno bene quattro salti e tanta “bella” gente intorno all’ambulanza sopratutto, e se non fosse riuscita a partire in tempo per una qualsiasi emergenza, non sarebbe stata colpa di nessuno in particolare,ma sempre e comunque degli altri…qualcuno lo si trova sempre….

  3. angelo dice

    Invece di lamentarci , parliamo con i commercianti del posto vediamo cosa ne pensano. Per quanto riguarda le vie di fuga ; se l’elastico si rompe servono le onoranze funebri, avete pensato alla festa patronale dove ci mettono le bancarelle? Se deve passare in soccorso da dove passa, e mi sembra che qualunque colore sia salito è stato sempre così, ed allora finiamola sempre di criticare il lavoro degli altri, curiamo più il nostro caro vicepresidente. ..

  4. Santacrocese dice

    Invece di criticare sarebbe utile che l’opposizione comunale effettui proposte e collabori d più con la maggioranza, per migliorare il nostro Comune di Santa Croce.

  5. Luca Agnello dice

    Mi ero ripromesso di non postare più commenti in questa come in altre testate; tuttavia quanto dice l’attento cittadino “Santacrocese” merita quantomeno una precisazione. Periodicamente presentiamo a questa amministrazione interrogazioni , proposte , idee , progetti sia formalmente che informalmente . Forse non ne è a conoscenza perchè questa amministrazione non ne ha accolta da maggio ’12 neanche una e se ne guarda bene dal darne ampia diffusione. Invito il cittadino Santacrocese a visitare il nostro sito http://www.noicicrediamo.org , la nostra pagina facebook , oppure a contattarmi personalmente per un piacevole quanto , sicuramente costruttivo confronto. Tanto dovevo , saluti .

  6. Federico dice

    Interessante, grazie sig. Agnello

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.