2184x268micieli
Il Delfino
onoranzescillieri
attualmobili1350

Festa dello Sport, l’Avis protesta per la mancata consegna di un premio: “Tanto amaro in bocca”

2 91

L’AVIS premia, ma non premia. L’ AVIS Comunale di S. Croce, durante la fase organizzativa del torneo di mini-beach soccer “Vanity House – Rosengarten”, era stata invitata dai responsabili di quest’ultimo a collaborarne alla realizzazione. L’associazione, come sempre, si è subito dimostrata disponibile in tal senso, mettendo a disposizione tutta una serie di gadgets, distribuiti a tutti i partecipanti, ed una coppa “Premio Fair Play – AVIS” da consegnare a quell’atleta che si fosse distinto per rispetto di regole, avversari e compagni. Questo tipo di premio, anche se rappresentato da una semplice coppa, a noi, che nel rispetto e nella solidarietà per il prossimo abbiamo i nostri valori principe, sembrava un buon modo per farne capire l’importanza anche ai più piccoli, che spesso magari, spinti dalla loro naturale voglia di primeggiare, a volte, in campo li tralasciano. Ebbene ieri sera, durante la “Festa dello Sport”, in cui si è reso merito a tutte le società sportive camarinensi e premiati i partecipanti a tornei e manifestazioni sportive svoltesi in estate, nessun atleta è stato chiamato a ritirare il premio fair play. Possibile, che un torneo di ragazzini, anche di tenerissima età, si sia svolto all’insegna della scorrettezza, così che nessuno dei partecipanti si sia dimostrato degno del premio correttezza? Ci sembra impossibile, quanto meno molto strano. Allora perché gli organizzatori della serata non hanno ritenuto opportuno consegnare il premio, in barba proprio a quei valori che questo rappresentava? Ci sembra assurdo, all’indomani di una serata che avrebbe dovuto essere di festa, e per molti versi lo è stata, doverci porre questi interrogativi. Evidentemente però qualcosa non ha funzionato. A quanto pare a chi ha organizzato la serata, qualcosa, nella coppa “Premio Fair Play – AVIS”, non è piaciuto, al punto da non volerla neanche vedere in giro. Questo piccolo episodio ci lascia un grande amaro in bocca, visto che, come sempre, la nostra collaborazione al torneo era stata spontanea, disinteressata e, come già detto, volta a promuovere l’importanza di valori come correttezza, rispetto e solidarietà, cercando inoltre di pubblicizzare la nostra associazione in quanto tale, l’importanza del ruolo che essa ricopre nella nostra comunità e non il singolo, come mai abbiamo fatto e come, forse qualcuno, sbagliando, magari avrà pensato. Speriamo che i nostri interrogativi possano presto trovare delle ragionevoli risposte, ma anche quando queste non dovessero giungere, il nostro impegno e la dedizione nello svolgerlo all’interno della nostra comunità, rimarranno invariati, grazie alla volontà ed alla solidarietà di tutti i singoli donatori che fanno grande questa associazione.

AVIS Comunale Santa Croce Camerina

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
2 Commenti
  1. italiano666 dice

    Aspettiamo la dovuta replica.
    Poi si potrà commentare!

  2. Salvo dice

    Nessuna replica. Il silenzio dell’ amministrazione. Più che festa dello sport , ci è sembrata una passerella per politici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.