Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si attendono le nuove attribuzioni relative all’Imu per redigere, in maniera provvisoria, il bilancio di previsione a Santa Croce. Una situazione oggettivamente difficile per il mancato trasferimento, da parte dello Stato, della seconda tranche del fondo di solidarietà nazionale per i comuni. La prima quota versata al comune di Santa Croce era pari a 119 mila euro. Mancano, di fatto, anche i trasferimenti regionali. La manovra finanziaria, con il bilancio di previsione, avrà una stesura di 14 milioni di euro con una spesa corrente di poco meno di 9 milioni e 600 mila euro. “Sul bilancio di previsione – dice il consigliere comunale di minoranza, Carmelo Portelli – faremo le nostre valutazioni di carattere generale con alcuni emendamenti su capitoli di spesa che riteniamo di fondamentale importanza. Il nostro auspicio è che sia da parte dell’amministrazione che della sua maggioranza ci sia la volontà di collaborare per il bene della città. Ricordo a me stesso e al sindaco di Santa Croce che gli emendamenti presentati, nella scorsa manovra finanziaria, sono stati tutti bocciati. Si era parlato di abbassare l’aliquota dell’Imu sugli opifici dal 9.6 al 7.6 per mille e sui terreni edificabili. Altra proposta interessante riguardava i contributi alle famiglie bisognose attraverso voucher o buoni spesa senza alcun contributo economico in forma diretta”. Il consigliere comunale Luca Agnello parla di una progettazione a medio e a lungo termime a favore dei giovani e delle imprese. “La situazione economica dell’ente ci consente di guardare in maniera positiva e di pensare soprattutto alle imprese e non solo al mondo agricolo, con costi esorbitanti e inutili per il marchio collettivo di qualità; vanno attenzionate altre categorie produttive”. “Questa manovra finanziaria sarà il banco di prova dell’amministrazione Iurato – spiega il consigliere Gaetano Pernice – vogliamo capire dove vuole indirizzare le risorse e quali capitoli in bilancio attenzionare. Secondo le indicazioni dei cittadini di Santa Croce ci sono due voci in capitolo che meritano attenzione: il settore della sicurezza, con incentivi alla polizia municipale e alla videosorveglianza, e il terzo settore, i servizi sociali, in modo particolare”.

Fonte: Telenova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …