Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Riceviamo e pubblichiamo la “denuncia” di Carmelo Mandarà, cittadino santacrocese ed ex rapppresentate politico in Consiglio Comunale. Mandarà punta il dito contro le scarse condizioni igieniche che da qualche tempo a questa parte prevalgono nei pressi di via Remo. Ecco il testo completo: “Da qualche tempo assistiamo (e denunciamo) ad un vero e proprio assalto di via Remo e dintorni da parte di bande che non vogliamo qualificare per la nazionalità ma solo per il reiterato dispregio delle più elementari regole della civile convivenza, che non si esaurisce nel lasciare sui marciapiedi cartoni di pizza e bottiglie vuote di bevande consumate ma persevera nel defecare (Sic!) con naturalezza davanti alle porte delle case altrui e ciò non nella profonda notte e nella sperduta periferia, ma anche di sera appena fatta ed a poche centinaia di metri dal campanile, quello stesso alla cui base, in un angolino buio, triste ricordo degli anni cinquanta, qualche anziano aveva ricavato un improvvisato orinatoio. Ora pare siamo tornati al Medioevo della civiltà, se pure allora ci si comportava così! Quello che terrorizza è il fatto che nessuno faccia niente per impedire che ciò avvenga, indipendentemente da chi (indigeno o no) è il responsabile, perché le feci non hanno un DNA ma solo il maleodore. E ritrovarsele davanti ai gradini di casa con nugoli di mosche a completare la… torta non fa piacere a nessuno, tanto più se poi bisogna procedere alla rimozione  del… tesoro trovato ed alla disinfezione della pubblica via. Perchè, se di sera non c’è la nacessaria vigilanza a scoraggiare certe abitudini, di giorno non c’è neppure un operatore ambientale che pulisca le strade. Come dire: nè polizia… nè pulizia. Ed intanto… ASSUPPIAMO!”.

Redazione  

6 Commenti

  1. Gianni

    10 settembre 2013 a 20:19

    Condivido in toto la lettera del Maestro Mandarà , stimato concittadino , aggiungendo che la centralissima via Caucana in molti punti sembra un angolo delle bidonville di Bombay o delle favelas di Rio . Nella parallela via Garibaldi invece in molti defecano , urinano , spacciano in pieno giorno . Le leggi non basta farle….bisogna farle rispettare!!

    Rispondi

  2. giuseppe

    11 settembre 2013 a 16:13

    Ma perchè denunciamo queste cose alla stampa, a sentire il sindaco ci buttiamo cacca addosso,invece rimuoviamola come fa lo stimato Carmelo Mandarà. Santacroce può ricevere ancora tanti poverini che scappano da tutto il medioriente e dall’africa sub-sahariana. E poi,a sentire qualche imprenditore agricolo,loro, sono il motore della nostra economia. Cari imprenditori del c….o siete stati la rovina di voi stessi e di tutti gli altri,ma non vi rendete conto che vi state rovinando con le vostre mani? con le vostre sovraproduzioni avete inflazionato il mercato, è giunta l’ora che le vostre serre ve li coltiviate da soli, cosi la smetterete di scorazzare con i vostri SUV che fra poco non potrete piu mantenervi. Viva la sinistra,e tutti i fiancheggiatori, che nella speranza di farli arrivare al voto se li coccolano,e abbruttiscono il paese. Sveglia cittadini.

    Rispondi

  3. italiano666

    12 settembre 2013 a 16:03

    Beh aiutati che dio ti aiuta! Scusate qualcuno trova valide alternative alle ronde di autotutela ?

    Rispondi

  4. Jennifer Fontana

    13 settembre 2013 a 16:37

    Solo in via remo ????
    S.Croce è diventato TUTTO uno schifo , perchè non ci sono i dovuti controlli ,
    specialmente adesso che c’è la festa alle porte, verranno turisti e saremo nella bocca di tutti come paese dimenticato dal mondo….Come sempre.

    Rispondi

  5. melo

    16 settembre 2013 a 13:39

    Giuseppe ma hai idea di quello che dici?

    Rispondi

  6. rosa

    17 settembre 2013 a 16:10

    Mi rivolgo a Giuseppe economista in pectore e rosicone nei confronti di chi possiede il SUV(che ha comprato si presume con soldi propri)quali studi sul settore gli danno per certo che la nostra sovrapproduzione abbia inflazionato il mercato?Non ha mai sentito parlare di concorrenza sleale di altri paesi che hanno costi di produzione più bassi dei nostri?E poi ci scommetto che non sa nemmeno che molti imprenditori agricoli(per motivi economici) hanno dovuto affittare le aziende ad imprenditori extracomunitari, che al contrario dei nostri hanno incentivi in termini economici non indifferenti, grazie a politiche comunitarie ingiuste nei confronti dei nostri agricoltori?E allora non sarebbe meglio informarsi prima di vomitare veleno nei confronti di chi aveva portato la nostra provincia ad avere il reddito più alto della Sicilia?è proprio vero che questa Europa(Germania)matrigna e tiranna sta armando la guerra tra poveri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …