Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Continua la protesta del comitato disoccupati di Santa Croce. Dopo il sit-in organizzato settimana scorsa di fronte al Comune – e la risposta del sindaco Iurato ritenuta “deludente” – il portavoce Giovanni Barone e gli altri componenti del gruppo sono tornati alla carica con una lettera aperta: “Occorre avviare accordi e convenzioni con le aziende che si occuperanno della rigenerazione urbana – si legge nella nota – e con le cooperative e le società esterne che gestiscono i servizi comunali, investire nel bilancio somme importanti per avviare progetti di pubblica utilità. L’obiettivo è offrire posti di lavoro ai disoccupati della città”. Insomma, la stessa proposta presentata al sindaco nell’incontro che ha avuto luogo in sala Giunta, e a cui il primo cittadino aveva risposto così: “Ci sono delle regole e vanno rispettate. Ci attiveremo, ma da soli non possiamo sconfiggere questa piaga”.”A noi sembra che il sindaco e la sua giunta vivano su un altro pianeta – continuano i disoccupati -. Non c’è lavoro e c’è poca sensibilità da parte delle istituzioni. Non basta ospitarci ma fornire fatti e risposte concrete”. Qualcuno è stato sfrattato da casa propria, altri non riescono a pagare le tasse, ma “il sindaco è sordo – spiega un membro del comitato -. Nell’ultimo conto consuntivo circa 800mila euro non sono stati spesi per mancanza di progettualità, tutto questo è un esempio della cattiva gestione della politica. Un’amministrazione sensibile può incidere nel bilancio comunale con somme adeguate e utilizzare i disoccupati per progetti di pubblica utilità: il lavoro è un nostro diritto”. Poi la chiosa non troppo tenera: “Speriamo che il sindaco per una volta dia ascolto alle nostre proposte, altrimenti l’obiettivo è quello di far saltare la giunta perché incapace di trovare soluzioni ai veri problemi della città. Solo così si potrebbe muovere qualcosa”.

Redazione

Intervista a Giovanni Barone leader del gruppo dei disoccupati

[youtube]7oYfEJJxv9s[/youtube]

3 Commenti

  1. Angioletta Agosta

    18 settembre 2013 a 18:12

    800.000€ non spesi?? Ma quante cose si possono fare con 800.000€ …Su non scherziamo, c’è un paese che fa pena, si potrebbe anche dare una sistemata a questo paese trasformato in una latrina, così come si potrebbe fare qualcosa per risolvere il problema dell’acqua, d’altro canto è stata proprio la sinistra con Cascone ha mettere s.croce nei guai vendendo l’acqua, quindi proprio la sinistra potrebbe risolvere questo grosso problema della Mediale.

    Rispondi

  2. Michele B.

    18 settembre 2013 a 19:39

    Fare saltare la giunta?? Suggerirei a chi strumentalizza queste brave e sfortunate persone, di inventarsi qualcosa più intelligente.

    Rispondi

  3. melo

    18 settembre 2013 a 20:26

    A cme si puo pretenderr che un sindaco trovi lavoro a tutti i disoccupati di questo paese! Nn ci riesce la politoca italiana a livelli più alti e ci dovrebbe riuscire un sindaco..se credono potesse essere risolto il problema dal sindaco r dalla giunta si fa un grande errore di valutazione! Se cosi fosse in italia nn ci sarebbe disoccupazione!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio a 5, C1: Kamarina, il derby è una disfatta! L’Arcobaleno Ispica vince 7-0

Crollo casalingo del CS Kamarina che fallisce l’appuntamento più atteso: il derby con l’Ar…