Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Una bella pagina quella scritta stamani da alcuni operatori del 118. L’infermiere Nunzio Parrino, il soccorritore Angela Distefano e l’autista Peppe Iurato, in servizio nella postazione di S.Croce, vengono allertati alle 8.30 da una chiamata: si recano sul posto, dove una  donna  rumena  di 37 anni di nome Angel, era in preda alle doglie. La ragazza viene subito caricata in ambulanza e velocemente  trasportata in ospedale, ma il viaggio è lungo e il nascituro ha fretta di vedere la luce del sole. Quindi l’ambulanza si trasforma in sala parto improvvisata: il personale infermieristico a bordo non ci pensa un attimo e provvede… Un bel bambino nasce a bordo, lungo la strada che porta al nosocomio. Completate le operazioni essenziali, finalmente si arriva in ospedale, dove la puerpera e il suo bambino ricevono assistenza. Complimenti al personale del 118: tutto è bene quel che finisce bene, ma se qualcosa fosse andato storto? A bordo sarebbe servita la presenza di un medico, ma così va il mondo: la nostra cittadina un medico a bordo dell’ambulanza non ce l’ha e forse non lo avrà mai. La spending review decide per tutti!

 

Salvo Dimartino

2 Commenti

  1. anonimo

    17 ottobre 2013 a 21:01

    Auguri alla mamma e al piccolo.

    Rispondi

  2. citadino

    18 ottobre 2013 a 18:16

    complimenti a tutti

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Sequestrati 600 ricci fra Torre di Mezzo e il Palmento: 8 mila euro di multa a due sub

Personale militare della Capitaneria di Porto di Pozzallo e dell’ufficio locale marittimo …