Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Qualsiasi commento è inutile, siamo di fronte a segni di inciviltà che vanno sottolineati ed evidenziati. Manca ancora quel circuito virtuoso di integrazione che sta alla base del vivere civilmente. Il fenomeno delle scritte sui muri – dice Salvatore Mandarà, coordinatore provinciale di Fare Ambiente -, non è nuovo a S.Croce e chiaramente rendono vani gli sforzi che un’ amministrazione deve fare per mantenere il decoro urbano. Deturpare e imbrattare i muri è reato, ancor di più se si tratta del muro dell’istituto comprensivo della scuola media Psaumide. Speriamo che si tratti di “ragazzate”, per evitare, come qualche anno fa, scritte razziste che misero a dura prova la città di fronte al processo di integrazione. Piazza degli Studi è un luogo difficile da controllare, dove solitamente avvengono degli illeciti che tutti siamo tenuti a denunciare. Oltre a un’azione di controllo e repressione, occorre una forte azione educativa che deve partire dalla scuola e dalle famiglie, affinché si accresca il senso civico dei nostri giovani per tutelare l’ambiente e i luoghi in cui viviamo”.

Redazione

2 Commenti

  1. Loredana

    23 ottobre 2013 a 12:56

    Che schifo !!!!!

    Rispondi

  2. Alessandro V.

    23 ottobre 2013 a 13:43

    …. Circuito virtuoso di integrazione…??
    Ma ceeertoo…. però prima aspettiamo che arriva Babbo Natale va bene?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Centro “Terza Primavera”, rinnovato il comitato di gestione: due nuovi ingressi

Rinnovate le cariche del comitato di gestione del Centro Diurno di Santa Croce Camerina. I…