Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

È terminata definitivamente la protesta messa in atto da Massimo Cascone. Dopo aver trascorso all’addiaccio la notte davanti al comune, Cascone ha deciso di mettere fine alla sua solitaria protesta, lamentando una totale mancanza di solidarietà della cittadinanza ma soprattutto della politica locale che ha, a suo dire, fatto spallucce alla propria vicenda, a parte qualche rara eccezione. Stamane, infreddolito e acciaccato, ha gettato la spugna. Il suo gesto è risultato effimero: pochi i risultati fin qui ottenuti, la ragionevolezza ha avuto il sopravvento nella sua psiche. “Inutile lottare contro i mulini a vento, questa è la realtà e ne prendo atto” ha spiegato Cascone. Finisce così una vicenda triste e poco edificante, iniziata lunedì mattina assieme ad altri quattro disoccupati, che si sono successivamente defilati, con in mezzo una corsa al pronto soccorso a causa di un malore. “Avevo chiesto il montaggio di un gazebo dove potermi riparare, ma l’autorizzazione non è mai arrivata. Un cane randagio avrebbe ricevuto piu attenzioni” si è lamentato Cascone.

 Salvo Dimartino

13 Commenti

  1. Per correttezza ...

    22 novembre 2013 a 15:35

    Massimo si è sentito male la mattina seguente e non durante la notte … uno dei VV.UU. presente sul posto ha chiamato il 118 …

    Rispondi

  2. ...

    22 novembre 2013 a 19:03

    aspetta aspetta…il signor o Giudice ( quelo la dietro) ha una sigaretta in bocca? mmm…la connessione, le sigarette… conti alla mano: a connessione costa circa 30 euro al mese, 30×12= 340 euro più le sigarette, mettiamo 4 euro a giorno, 4×30=120×12=1440 euro
    1440+340= 1780 euro all’anno di risparmi

    Rispondi

  3. parole sacre

    22 novembre 2013 a 20:51

    Massimo cerca al nord Italia lavoro come pizzaiolo e guarda che lo troverai vai sul sito subito.it e un consiglio avvolta trovi pure con alloggio fidati prova cua la situazione e critica dai amico mio prova

    Rispondi

  4. luigi

    22 novembre 2013 a 21:02

    l’importante è che si preoccupino degli immigrati,gli italiani vengono dopo

    Rispondi

  5. ROSARIO VENTURA

    22 novembre 2013 a 21:59

    Non ho parole, mi dispiace tanto per i cinque che hanno cercato di fare valere i propri diritti, io sono oramai da cinquant’anni in Germania e vi posso assicurare che un fatto cosi’ sarebbe stato gia preso in considerazione dalle autorita locali, perche’ qua’ bastava che quei cinque padri di famiglia si sarebbero presentati al comune, e avrebbero preso gia’ dei provvedimenti senza arrivare a questo punto.
    In Italia o meglio da noi non e’ cosi’, perche la vita o le grandi soddisfazioni se li possono permettere solo chi e’ al comando della situazione, noi gli abbiamo fatto il favore ” votandoli” di avergli fatto conquistare una poltrona, poi dopo non interessa un cavolo a nessuno, e una grande vergogna, sono dei bugiardi e capaci solo di prendere in giro il piccolo cittadino, lo cercano solo quando fa comodo a loro
    dopo si dimenticano , debbono salvaguardare i suoi interessi personali ………..

    Rispondi

    • Giuseppe

      23 novembre 2013 a 06:48

      Rosario Ventura, non dire cretinate, conosco benissimo la Germania. Comunque…… Se è come dici tu, che li c’è il paradiso, invita Massimo in Germania.

      Rispondi

  6. io sono sempre massimo

    23 novembre 2013 a 09:43

    intanto ringrazio a chi anche non essendo presente davanti al comune, ma tramite compiuter a dato un sostegno morale poi chiedo a tutte quelle brave persone che liberi ciustamente di esprimere i loro commenti di critiche come amico mio massimu cercati il lavoro fuori , ad altri massimo sei un bravo pizzaiolo vattene a malta che trovi lavoro , altri che ti dicono massimo cosa pretendi dal comune il lavoro non cene’ per nussuno , soldi neanche ecc ecc , io vorrei chiedere a tutte queste persone se pacificamente quando qualcuno di voi mi vede per strada se sifa riconoscere cosi posso dire anchio sempre con la mia semplicita e gentilezza tu ai ragione di esprimere il tuo parere ma sono sicuro che intanto non sei ne un amico ne un amica , e che non ti trovi nelle condizioni economiche incui stanno molte famiglie italiane .,scusate non o mai risposto a nessuno ma almeno una volta melo permettete ,scusate l’ortografia ma come o sempre detto o fatto le scuole alte al terzo piano grazie santacrocesi. prima di osservare il ramoschello che sta’ nell’occhio del cosidetto amico guardatevi la trave che e nel vostro, non giudicate perche sarete giudicati ?

    Rispondi

  7. anonimo

    23 novembre 2013 a 10:05

    I cinque disoccupati non sono gli unici di Santa Croce Camerina. Esistono tante situazioni simili. A seguito della chiusura di grosse aziende agricole che davano lavoro a centinaia di persone molti si ritrovano a casa, con tantissime mensilità arretrate e famiglie da sfamare. Il Comune può aiutare dando sostegno economico fin quando è possibile, ma non può certo creare posti lavoro.

    Rispondi

  8. giuseppe

    23 novembre 2013 a 12:35

    Tu che non ti sei degnato neanche di mettere uno straccio di nome anche finto, da dove deduci che uno di quelli stava fumando? L’unico che sta fumando forse sei proprio tu, anzi credo ti stia fumando il cervello dalla troppa intelligenza. Sai cosa recita un vecchio proverbio? cu nun ci crira ca ci possa capitari. Ti saluto occhio di lince…cieca.

    Rispondi

  9. lo giudice Salvatore

    23 novembre 2013 a 14:10

    Avete la bocca solo x parlare e dire cavolate,ma non riuscite a dirle in faccia

    Rispondi

  10. lo giudice Salvatore

    23 novembre 2013 a 15:34

    Le persone sapete solo ed esclusivamente criticate,parlate e parlate ma solo voi vi sentite.

    Rispondi

  11. manftsoemrpe

    24 novembre 2013 a 00:19

    Aposto di farti i conti di cascone massimo.prima di giudicare penza ate che noso chisei..fosse tu per palare sicuramente tela passi bene.oanzi sicuramente avrai dei ploblemi anche tu evulisutu biari .amerda a nui…? Azi noi per andare a comune abiamo le palle voi lavete perse e non contate neanche nella cartina geografica…..aaaaaa

    Rispondi

  12. salvatore

    24 novembre 2013 a 16:19

    Cari ragazzi, avete scelto la strada piu sbagliata per chiedere un aiuto che non arriverà mai…perche oggi siete solo in pochi a manifestare, ma nel momento in cui vi accontentano si farebbero avanti tutte le code di paglia che vi stanno guardando da lontano.
    Dovevate agire in silenzio magari con la compiacenza di qualcuno che vi avrebbe presentato come il cugino di…il nipote di… il figlioccio di…allora si che qualcuno si sarebbe mobilitato….
    Purtoppo ragazzi vi dovete rimboccare le maniche e accontentarvi di tutto quello che trovare anche se fate un giorno qua e un giorno la e cercare di portare a casa la settimana….non perdetevi d’animo che dopo ogni salita segue una discesa!!!
    i migliori auguri

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Corsa all’ultimo drink, due ragazzini in ospedale: la moda dell’abbuffata alcolica

Il binge drinking ovvero “l’abbuffata alcolica” è una definizione di un …