Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Nasce dall’idea di un consigliere (vi sveleremo in seguito il nome) l’idea della pizzeria… comunale, sulla falsariga delle farmacie comunali. Una pizzeria di mutuo… soccorso. Napoli sempre capofila ha già avuto e applicato questa idea. E’ nota la protesta di alcuni indigenti. Uno di loro bravo pizzaiolo. Allora noi, una proposta al sindaco vogliamo farla. Partendo dal presupposto che il comune acquista il marchio “Montalbano” proposto dal Gruppo Agricoltori, potrebbe aggiungere nel calderone delle spese, anche una pizzeria a marchio… “Montalbano”, così dopo gli arancini anche le pizze con la caratteristica principale di avere come ingredienti peperoni, melanzane e pomodori che siano di marchio comunale. Prodotti a km zero. Come dire… raccolto e mangiato. Quale migliore pubblicità? Ci sembra una idea grandiosa da cogliere al volo. Facciamo due conti. Oltre ad avere elargito ben 23 mila euro per la ricerca di mercato e avere messo nel prossimo bilancio ben 70 mila euro di pubblicità, si faccia promotrice e ne aggiunga altri 20 mila e apra in locali comunali una bella pizzeria. Pizzaiolo Massimo Cascone. Camerieri e lavapiatti i disagiati della città del sole. Che magari in cooperativa vi troveranno un lavoro con un grande vantaggio anche per chi la pizza, visti i costi, la può solo sognare. Si presenta l’ISEE o un’autocertificazione e ci si porta a casa una bella… vegetariana a prezzo politico, magari a rate!!! Risultato? Creare posti di lavoro e la pizza, comune denominatore per tutti. Ovviamente i non detentori di ISEE dovranno pagarsela a prezzo pieno in nome dell’uguaglianza, anche nella possibilità di spesa individuale. Come dire. Uguali.

Antigone e Psaumide

13 Commenti

  1. Estiquaatsi 2

    24 novembre 2013 a 14:31

    Eh si caro compagno, tu lavori che io magno!!

    Naturalmente le regole non sono uguali per tutti.

    Rispondi

  2. salvatore

    24 novembre 2013 a 16:32

    l’idea è semplicemente meravigliosa, ma chi la porterà avanti il Nostro Comune?…..

    Rispondi

  3. Salvo

    24 novembre 2013 a 19:08

    Magari invece di starsene in piazza si po3trebbe andare in giro a cercarlo il lavoro e non aspettare davanti al comune chi per misericordia divina li assuma e magari a 1500 euro mensili magari con i contributi versati magari perché no con la tredicesima e tutto quello che concede lo statuto dei lavoratori tranne l’articolo 1 della costituzione che recita :l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro di alcuni.

    Rispondi

  4. Indignato

    24 novembre 2013 a 19:12

    Sono strabiliato nel sentire queste oscenità allora perche non aprire una falegnameria oppure fare un’impresa edile o magari in nome del comune fare un negozio di abbigliamento questo per essere solidali con tutti colore che per colpa della crisi hanno chiuso le loro attività
    Tutto questo perche chi a chiuso la sua attività non è andato al comune a piangere ho si e accampato fuori come un barbone
    Tutte queste persone che fino ad ora non hanno un lavoro hanno dignità e si cercano di inventare qualcosa pur di tirare avanti senza andare dal primo cittadino a lamentarsi e a chiedere di risolvere i loro problemi mi auguro che sia tutta una bufula

    Rispondi

  5. Angioletta Agosta

    24 novembre 2013 a 19:58

    Complimenti per la bellissima iniziativa!!!

    Rispondi

  6. Alfio

    24 novembre 2013 a 20:05

    Mi piace proprio sta idea, speriamo che venga accolta anche dagli indignados nostrani

    Rispondi

  7. Domenico

    24 novembre 2013 a 21:56

    Ahahahah… Io sono laureato in farmacia ed una laurea in tabacchineria scienze occulte e chiromanzia quindi un bel tabacchino con gioco del lotto lo sia può aprire al comune oppure una bella farmacia comunale, ( che a parte gli scherzi forse sia molto più seria come idea) ah no queste sono lobby!!scusate
    Ahahahahhq

    Rispondi

  8. Enzo

    25 novembre 2013 a 21:07

    Sarà lo stesso consigliere che voleva un suo rappresentante politico nell’organismo di controllo del marchio
    “Primizie di Montalbano”? Chissà…… Purtroppo non è stato accontentato. E allora… Comu si rici? quannu a iurpi nun potti arrivari a racina, rissi ca era iaria.

    Rispondi

  9. memmo87

    26 novembre 2013 a 11:45

    Belloooooo così chi ha dichiarato zero nella dichiarazione dei redditi si parcheggia col suo bmw e si compra la pizza come piace a lui con qualche spicciolo, ma non capite che così ammazziamo pure le altre categorie

    Rispondi

  10. Guendalina

    26 novembre 2013 a 20:26

    Eh si, è proprio così , Non c’è MAI limite al peggio !!!

    Rispondi

  11. piccione serafino

    26 novembre 2013 a 21:49

    non la vedo per niente utile..nel rispettodelle aziende che pagano le tasse………….

    Rispondi

  12. giuseppe

    27 novembre 2013 a 11:59

    Ma come vi prendete troppo sul serio! Ma non capite che si tratta di una provocazione? E’ talmente paradossale che anche un bambino si accorgerebbe che si tratta di uno sfottò bello e buono nei confronti di chi dovrebbe sviluppare progetti e…invece vivacchia. Sveglia gente, sveglia.

    Rispondi

  13. Fabio

    28 novembre 2013 a 09:59

    Ironizzare sui problemi degli altri , è veramente di pessimo gusto !!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’annuncio del sindaco: “Sabato 30 settembre la Notte Bianca a S.Croce”

Santa Croce Camerina si appresta a vivere la prima Notte Bianca della sua storia: sabato d…