biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Calcio, viaggio nella crisi del Santa Croce: “Fra arbitri e assenze non siamo proprio fortunati”

1 188

Santa Croce in caduta libera e, per la prima volta dall’inizio del campionato, in piena zona play out dopo la sconfitta di domenica scorsa contro la capolista Mussomeli. La tendenza negativa che attanaglia i biancoazzurri da sei giornate, non è stata quindi debellata e la situazione sta iniziando a diventare pesante. La sensazione che si nota è quella di una squadra che necessita di nuove forze per uscire fuori da un trend divenuto oramai pericoloso. Il duo tecnico Buoncompagni – La Vaccara sta cercando di dare un gioco alla squadra e questo lo si è notato domenica scorsa, ma i troppi infortuni e una rosa ristretta costringono i due tecnici a fare di necessità virtù, schierando molti giovani in campo che, nonostante il grande impegno, mancano ancora di quell’esperienza necessaria per affrontare squadre di alto livello. La società con l’apertura delle liste, il 3 dicembre, sta vagliando il mercato per cercare qualche soluzione, ma le ristrettezze economiche e la mancanza di materiale valido fanno presagire pochi movimenti. “La squadra nel primo tempo ha dimostrato che nonostante le assenze poteva mettere sotto anche l’attuale capolista – dice il vice presidente Fabrizio Arestia –  Non meritavamo, infatti, la sconfitta per quello che avevamo creato, ma gli avversari sono stati cinici a sfruttare quelle nostre poche disattenzioni e ci hanno punito oltre i nostri demeriti. La gara poi è stata condizionata fortemente dalla terna arbitrale che ci ha letteralmente maltrattati, falcidiandoci di ammonizioni e provvedimenti disciplinari eccessivi. Siamo stanchi – continua Arestia – di riceve certi trattamenti dai direttori di gara che ci dissanguano, giacché, tra squalificati, infortunati e diffidati avremo quasi metà dell’organico indisponibile già dalla prossima partita. E’ un momento nero e la squadra sta cercando di rialzarsi ma abbiamo pure bisogno che la sorte ci sorrida e che gli arbitri non ci tartassino”.

Fabio Fichera

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
1 Commento
  1. francesco dice

    non vedo la gravita del problema.credo che quando l organico si compattera la squadra reagira. gli arbitri non devono essere un alibi, tranne se i problemi sono di altra natura quindi la soluzione sara diversa. comunque tanti auguri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.