Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La carica data dal presidente Marco Agnello alla vigilia della gara contro l’Atletico Gela ha dato i suoi frutti e dopo quasi due mesi il Santa Croce ha ritrovato la vittoria e i tre punti che gli fanno smuovere la classifica. Quanta sofferenza però per la squadra del duo tecnico La Vaccara-Buoncompagni, che ha sofferto e non poco per superare i coriacei giocatori di mister Bognanni, bravi a imbastire buone azioni da gioco, ma sterili in attacco. La giovane compagine nissena, che presentava i nuovi innesti Migliore, Bottiglieri e Castania, ha giocato nettamente meglio rispetto ai locali, facendo notare una migliore organizzazione di gioco che però non è servita a far girare la partita a suo favore. Nel calcolo generale della gara, forse, l’Atletico Gela meritava anche il pareggio, ma la poca precisione in fase offensiva e la “leggerezza” difensiva di qualche giovane inesperto, ha spostato la lancetta a favore dei locali che sono stati bravi a procurasi un rigore e a capitalizzare i tre punti. D’altro canto il Santa Croce doveva a tutti i costi conquistare l’intera posta palio, anche a discapito del gioco che continua a essere approssimativo e senza un “disegno” ben preciso. La mancanza di giocatori cardine del calibro di Cassibba, Scacco, Amenta, Giarratana e Cascone, quest’ultimo nuovamente infortunatosi nei primi minuti di gara, di certo non hanno aiutato i due tecnici che hanno disegnato una formazione inedita con Bennardo spostato nella linea difensiva. La cronaca. Ospiti più reattivi e maggiormente propensi in attacco fin dai primi minuti. Al 10’ azione di Iannello sulla sinistra che offriva una palla a Dal Piva bravo a coordinarsi, ma poco preciso nel tiro. Al 12’ era ancora Iannello a seminare il panico nella difesa locale, ma Basile lo bloccava in corner; l’Atletico premeva e al 24’ un tiro di Satorini era deviato in corner da Gurrieri. Il primo tiro dei locali si vedeva al 32’ con La Vaccara che di prima intenzione sparava alto. Nella ripresa i locali giocavano di rimessa e al 57’ un tiro di Nasello si stampava sulla traversa: sulla ribattuta interveniva Occhipinti che veniva steso in area e per l’arbitro era rigore. La Vaccara trasformava di precisione. Gli ospiti reagivano costringendo i locali sulla difensiva e al 65’ avevano la palla del pareggio con Famà, ma il difensore sprecava. Al 80’ l’ultima occasione degli ospiti era di Pinto su punizione, ma Gurrieri parava, così la gara andava affievolendosi e dopo cinque minuti di recupero, l’arbitro decretava la fine delle ostilità.

Fabio Fichera

IL TABELLINO

UPD SANTA CROCE- ATLETICO GELA  1 – 0

UPD SANTA CROCE: GURRIERI, RAGUSA, BASILE, CASCONE (30’ SAMMITO), BUONCOMPAGNI, BENNARDO, QUINATANA, VASILE (72’ SHEHU), LA VACCARA, NASELLO, OCCHIPINTI. ALL. BUONCOMPAGNI-LA VACCARA

ATLETICO GELA: MIGLIORE, ARGETTA (55’ CASTANIA), BOTTIGLIERI, SATORINI, PIRA, FAMA’, IANNELLO, PINTO, DAL PIVA (70’ BONVISSUTO), RAIA (62’ CASSARINO), MALLIA. ALL. ANGELO BOGNANNI

ARBITRO: FRANCESCO DAVIDE BONACCORSO DI CATANIA

MARCATORI: 63’ RIG. LA VACCARA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

La palestra Santa Rosalia si rifà il look: ultimato montaggio dei nuovi fari al led

Sono stati ultimati nella serata di venerdì i lavori di manutenzione all’impianto d’illumi…