Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La Chiesa San Giovanni Battista di Santa Croce Camerina ospiterà, giovedì 26 dicembre alle ore 19:30, il consueto Concerto di Natale. Il Risveglio Bandistico Kamarinense allieterà gli intervenuti con splendide arie tratte sia dalla tradizione classica che dal sapore natalizio. A dirigere l’orchestra sarà il giovanissimo Maestro Giuseppe Zisa, che recentemente ha colto l’eredità passatagli dal Maestro Salvo Barone. “Questo concerto viene eseguito in Chiesa oramai da una decina di anni – ha ammesso Zisa -, noi cerchiamo di apportare delle modifiche  nei brani per coinvolgere di più il pubblico. Quest’anno avremo modo di esibirci anche con un nostro amico, il baritono Gianni Brullo. Eseguiremo come valzer una famosa suite per orchestra jazz, il Valzer numero due, che è la colonna sonora di un celebre film, e poi un brano per banda che si chiama Oregon, caratterizzato da diversi cambiamenti di tempo e di misura. Inoltre verrà eseguito un brano, scritto da Ennio Morricone nel 1986, da una giovane concertista diplomata in oboe che si chiama Roberta Brafa”.  Non solo musica ma anche parole che traspariranno dalla voce di Gianni Brullo. “Collaborare con il Risveglio Bandistico di Santa Croce mi riempie d’orgoglio – ha dichiarato Brullo –  e devo profondamente ringraziare il Maestro Zisa e tutti i componenti della banda che mi hanno accolto fra di loro e mi hanno dato la possibilità di potermi esibire con loro. Eseguirò alcuni brani, fra cui l’Ave Maria di Gounod, l’Adeste fidelis e ci sarà un brano di chiusura molto allegro che eseguirò non in tonalità baritono ma in swing, ed è Jingle Bell rock”. Il Maestro Giuseppe Zisa dirige la banda da appena un anno e gestire circa 40 elementi, tutti cittadini, è per lui una fonte d’orgoglio e non manca certo dove attingere nuovi talenti in quanto vi è una scuola di musica molto attiva e gratuita. “All’interno della banda abbiamo tutti una passione che ci unisce ed è la musica – ha voluto sottolineare Zisa -. Anche se io sono il Maestro questo non vuol dire che solo io devo decidere, è un equilibrio sia da parte mia, che devo dimostrare di essere una persona preparata e di poter organizzare un lavoro, sia da parte loro che si devono impegnare ad eseguire ciò che dico. Oramai tra me e gli altri elementi si è creato un legame molto profondo anche perché sono nato con loro. Avevo 12 anni quando sono entrato nella banda, quindi io già so come si sentono quando dirigo”. E non è cosa da poco se si pensa che Giuseppe Zisa ha appena 21 anni ed è il più giovane Direttore d’orchestra della provincia. Mentre per Gianni Brullo il percorso è stato animato dalla passione per il canto che, dalla Schola Cantorum in Chiesa, si è evoluto verso una ricerca di miglioramento vocale seguendo le lezioni di Margaret Carsana di Vittoria e in seguito con il baritono Sandro Paternò di Vittoria.  Un concerto, questo, che si prospetta davvero allettante per tutti gli amanti della bella musica e del bel canto, e al quale vi invitiamo a partecipare numerosi, come sempre.

Antonella Galuppi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

La Notte Bianca slitta al 14 ottobre: “Per evitare concomitanza con altri eventi”

La prima notte bianca della storia di Santa Croce Camerina slitta a sabato 14 ottobre. A c…