Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

A fine 2013 il sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, ha voluto tracciare un bilancio dell’attività svolta dalla sua Amministrazione dal quale emerge, nonostante la crisi, un forte tentativo di ottimizzare le già esigue risorse. “Da un punto di vista sociale, sia per le persone che per gli enti, nonostante uno Stato che ci sta taglieggiando anche nelle riserve che sono del nostro territorio, voglio evidenziare quale è stato l’intendimento dell’Amministrazione, anche se molto scarno proprio per la  ristrettezza dei fondi – ha dichiarato il sindaco Iurato -. Le voci che hanno più preminenza sono di attenzione al sociale, e se si va a guardare l’elenco delle delibere presenti sul sito del Comune questo è molto chiaro. Da alcune iniziative emerge questo nostro impegno. Alcuni interventi, anche se molto piccoli, per noi sono in realtà molto importanti. Per esempio gli arredi della scuola, che abbiamo ripreso dando spazio a questa voce fondamentale”. Fra i vari punti evidenziati durante la conferenza stampa, il primo è stato quello riguardante il protocollo d’intesa con la Caritas, attraverso il quale è stato possibile accedere ad un microcredito per le famiglie che ne avessero la necessità. “Questo però è stato inteso come un aiuto a fondo perduto – ha ammesso la Iurato – e non era questa la finalità. L’esigenza maggiore per le famiglie era quella di avere sostegno, ma tale microcredito era finalizzato a dei fini specifici, l’aiuto per lo studio dei figli, il sostegno per l’apertura di un’attività fra i giovani. Qualcosa comunque è stata fatta”. Un ulteriore taglio alle spese è derivato dal dimezzamento dell’indennità del sindaco, vice-sindaco e assessori. Una scelta che ha permesso un risparmio di circa 40 mila euro l’anno. A seguire non sono mancate le attenzioni verso i giovani, da cui è scaturita la concessione dei locali a titolo d’uso gratuito all’associazione Libera…mente. Ma un ulteriore risparmio, iniziato ed in divenire, è dato dall’abbattimento degli affitti del Comune che entro il 2014 il Primo Cittadino intende azzerare. “Andando nel senso del risparmio per l’Ente, abbiamo eliminato due affitti – ha aggiunto il sindaco Iurato -, dove c’era l’ufficio del Commercio, di fronte alla Polizia Municipale, e l’ufficio tributi. Abbiamo trasferito l’ufficio tecnico nell’ex Casa Don Gnocchi ed entro il 2014 trasferiremo gli uffici della Polizia Municipale dove prima erano allocati parte dei servizi sociali. Parti che verranno adeguatamente attrezzate”.

Da accennare anche altre iniziative: la prima e seconda fase del marchio collettivo; la manutenzione stradale; soluzioni alternative per fronteggiare il problema idrico; riqualificazione della piazza Vittorio Emanuele, con conseguente ripiantumazione; potenziamento ed installazione del wi-fi in aree urbane e della zona costiera; destinazione del 5 per mille dell’IRPEF al Comune per sostenere le fasce bisognose; acquisto di un veicolo antincendio; mandato per l’acquisto di un pulispiagge; acquisto di un nuovo scuolabus. Ma non sono mancate le attenzioni per la scuola e le attività sportive. Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono stati effettuati nelle scuole, intervenendo sull’arredo scolastico obsoleto con un contributo di 10 mila euro, ma anche sul riscaldamento. Ma le vere novità riguardano i fondi per l’installazione di impianti di video sorveglianza, per rendere il paese maggiormente controllato e tutelare la sicurezza dei cittadini, e l’acquisto di un telelaser per rendere più sicure le strade. “Il telelaser vogliamo utilizzarlo nella zona costiera – ha evidenziato la Iurato -. Spesso si superano i limiti di velocità in alcune strade perciò nella strada di Casuzze faremo girare questo telelaser per evitare che si causino incidenti mortali. Per l’anno prossimo sarà in funzione per dissuadere l’eccesso di velocità”. Quanto è stato detto e molto altro è possibile visionarlo direttamente attraverso le delibere pubblicate sul sito del Comune di Santa Croce Camerina.

Antonella Galuppi

2 Commenti

  1. santacrocese

    2 gennaio 2014 a 13:05

    In riferimento al capitolo che riguarda la scuola e’ necessario attivare nell’immediato per la scuola primaria l’orario a tempo pieno articolato in 40 ore settimanali, sia di mattino che di pomeriggio ,dal lunedi’ al venerdi’.Tale modello organizzativo educativo -didattico offre la possibilita’ di rispondere alle richieste delle numerose famiglie,anche non comunitarie, impegnate fuori casa per lavoro e impossibilitate a occuparsi dei figli nelle prime ore del pomeriggio;le attivita’ didattiche, le esigenze di cibo e attivita’ alternative quali anche il gioco sarebbero soddisfatte,ma senza il supporto logistico delle sale mensa,delle aule attrezzate a tali scopi questa realta’,consolidata al nord da decenni e scomparsa al PAESELLO, non puo’ esistere.In occasione delle imminenti iscrizioni l’ Amministrazione Comunale dovrebbe riuscire ad offrire la possibilita’ di venire incontro a queste esigenze e avviare subito un dialogo con le parti interessate;SAREBBE UN SEGNALE DI APERTURA AL TERRITORIO NON CASUALE ma organicamente programmata.

    Rispondi

  2. Lina

    2 gennaio 2014 a 18:50

    Camminando per un viale alberato di un paese vicino al mare della provincia di Palermo, mi sono soffermata a guardare gli alti alberi che si susseguivano lungo il mio cammino.Erano ALBERI DI ARANCE. I frutti dorati che si intravvedevano tra il folto fogliame erano uno spettacolo incredibilmente positivo e meraviglioso soprattutto per me che li vedevo per la prima volta! Ve lo immaginate il profumo di zagara che si eleva dagli alberi verso i balconi che vi si affacciano e scende giù per la via a deliziare i passanti nel periodo della fioritura? Sono alberi sempre verdi, crescono bene nella nostra zona, non costerebbero molto e… contribuirebbero a diminuire “la fame nel mondo”. Beh! Ho pensato alla ripiantumazione di Piazza Vittorio Emanuele o di qualche altra via del NOSTRO PAESE.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’annuncio del sindaco: “Sabato 30 settembre la Notte Bianca a S.Croce”

Santa Croce Camerina si appresta a vivere la prima Notte Bianca della sua storia: sabato d…