Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Conoscere l’acqua” è un progetto in favore degli alunni delle 5° elementari e della 1° media del comune di S.Croce Camerina. La Mediale S.R.L, concessionaria del Servizio Idrico Integrato della città camarinense, in riferimento all’iniziativa dell’ONU che ha istituito la Giornata Mondiale dell’acqua (22 marzo), ha realizzato un volume molto completo, dove viene spiegato con un linguaggio facilmente comprensibile ai destinatari finali, come utilizzare il prezioso liquido, diritto inalienabile di tutti gli abitanti del pianeta terra. Da quando ne ha preso le redini il dott. Antonino Guidotto, la Mediale (croce e delizia dei santacrocesi) ha cambiato completamente l’approccio con la cittadinanza. Questo volume, pensato e voluto proprio dal Direttore e scritto e realizzato dalla dott.ssa Giusi Virgilito (con la collaborazione del piccolo Andrea Calanna) dimostra quanto detto sopra. Circa mille copie saranno distribuite agli alunni delle scuole santacrocesi, ma non è finita qui, perché sono previste anche delle visite guidate a partire dal mese di marzo e fino a maggio nei luoghi dove nascono le sorgenti che alimentano l’approvvigionamento idrico della città. Inoltre verrà illustrato il percorso seguito dall’acqua fino ai rubinetti di casa. Sono altresì previste soste lungo i percorsi, dove ai ragazzi partecipanti verrà offerto un piccolo ristoro a base di succo di arance e tocchi di pane condito con olio extra vergine di oliva, vero patrimonio della dieta mediterranea. Naturalmente, tutti i costi saranno sostenuti dalla Mediale. Un’iniziativa lodevole e interessante dal punto di vista della formazione e della conoscenza per i ragazzi, che sono il futuro di ogni comunità. Complimenti.

 Salvo Dimartino

4 Commenti

  1. cittadina schifata

    8 febbraio 2014 a 09:17

    Per questo stanno mandando conguagli a destra e a manca !!!

    Rispondi

  2. conoscere l'acqua ...ma anche la Mediale

    9 febbraio 2014 a 13:10

    E si, da quando ne ha preso le redini il dott. Antonino Guidotto si cerca di dare un’immagine accattivante della Mediale (acqua frizzante, educazione civica ecc.). Peccato che non ci si curi altrettanto di far funzionare la parte amministrativa. Infatti si mandano bollette di utenze cessate da oltre un anno, si addebitano depositi cauzionali alle utenze su cui è attiva la canalizzazione bancaria nonostante il contratto preveda il contrario (peraltro sul frontespizio della fattura compare la banca su cui è addebitata la bolletta) e cosi via. E nonostante i reclami e le promesse di rettifica delle fatture la cosa viene ripetuta al successivo conguaglio. Veramente un modo del tutto nuovo di approcciarsi alla cittadinanza!

    Rispondi

  3. Lory

    10 febbraio 2014 a 11:11

    … per non parlare poi dei “depositi cauzionali” non restituiti alle utenze cessate …

    Rispondi

  4. MariaConcetta

    11 febbraio 2014 a 09:07

    Di tutto questo squallore infinito , ringraziamo il sindaco Cascone , non dimenticatevi , miei cari concittadini , che è stato lui a vendere l’acqua ai privati !!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Un tesoro riappare dall’antichità: le ruspe ripuliscono la fontana San Martino

Da oggi, grazie al lavoro infaticabile e volontario dell’associazione Arcana e della ditta…