Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Per le utenze domestiche possedute da soggetti non residenti nel comune, ricorre l’obbligo di integrazione nella denuncia dei componenti occupanti l’immobile entro il 31 gennaio dell’anno in corso. Nel caso verrà associata d’ufficio ai fini del calcolo della tariffa, un numero di occupanti pari a quattro fatto salve le verifiche d’ufficio”. Il riferimento è al pagamento della TARES, per le utenze delle borgate del comune di Santa Croce Camerina. Le scadenze, la prima al 28 febbraio e il saldo il 31 marzo, ha suscitato le ire dei possessori delle case di villeggiatura, in quanto considerato che la modifica al regolamento è stata adottata con delibera del Consiglio comunale a novembre del 2013, era impossibile dare comunicazione retroattiva a gennaio dello stesso anno. Si sono trovati a pagare tutti, anche chi è solo, la parte variabile della bolletta quella relativa ai componenti con un rincaro notevole. Da qui le proteste presso gli uffici. Una “bella gatta” da pelare per gli uffici che già sono stati tenuti a rimborsare per eccesso di gettito tributi per ben novecento mila euro ai contribuenti, infatti la regola afferma che non si può pretendere di fare pagare agli utenti più del costo del servizio. Le voci in bolletta sono tre: quota fissa, servizi indivisibili e quota variabile. E alla voce quota variabile nasce l’inghippo. Per i villeggianti un altro colpo alle tasche. Lamentano di ricevere il servizio solo per pochi giorni l’anno e di riceverlo anche male. Randagi e sporcizia tutto l’anno la fanno da padrone, in compenso pagano un botto!!!

Redazione

5 Commenti

  1. Fabio

    19 febbraio 2014 a 15:45

    Solo la TARES ??? E perchè i conguagli della Mediale ve li siete dimenticati????
    Conguagli della Mediale anche su utenze cessate. VERGOGNA

    Rispondi

  2. tosca

    19 febbraio 2014 a 16:02

    SANTA CROCE E’UNA VERGOGNA SIA PER QUANTO RIGUARDA L’ACQUA CHE PER QUL CHE RIGUARDA LA TARES. LA CASA CHE POSSIEDO E’ L’EREDITA’ LASCIATA DAI SUOCERI MORTI ,NON E’ AL MARE MA IN PAESE DOVE NON PASSANO MAI A LAVARE LE STRADE; DOVE SI DEVE STARE ATTENTI A DOVE SI METTONO I PIEDI E PER LE BOTTIGLIE CHE LASCIANO I TANTI EXTRA COMUNITARI E PER I BISOGNI CHE SEMINANO IN GIRO I CANI I CUI PROPRIETARI NON USANO RACCOGLIERE ECC, USIAMO LA CASA 3 MESI AL MASSIMO L’ANNO E PAGHIAMO PIU DEL DOPPIO DI QUELLO CHE PAGHIAMO DOVE VIVIAMO UN ANNO INTERO HO L’IMPRESSIONE CHE FACCIANO PAGARE AI PROPRIETARI DI SECONDE CASE TUTTO CIO CHE NON PAGANO I RESIDENTI ;VISTO CHE I RESIDENTI CHE USANO I SERVIZI, PAGANO MENO DEI NON RESIDENTI,CHE OVVIAMENTE USANO I SERVIZI LIMITATAMENTE

    Rispondi

  3. MariaConcetta

    19 febbraio 2014 a 16:34

    Ah si , solo la Tares dunque. E della MEDIALE del sindaco Cascone cosa dite???
    L’altro giorno mi arriva a casa una bolletta della mediale,dove mi si chiedeva un tot per un conguaglio , l’acqua nella mia zona arriva a rilento, a volte stiamo anche per giorni interi senza acqua e hanno pure il coraggio di mandare conguagli???
    Io li farei pagare al sindaco Cascone, così vediamo cosa ne pensa , ha rovinato un paese intero !!!! Vi dovreste solo Vergognare , ma siccome non avete coscienza , è inutile dirvi di provare vergogna !!!

    Rispondi

  4. Loredana

    20 febbraio 2014 a 10:03

    Sono d’accordo con MariaConcetta , tutto questi conguagli inutili della Mediale li farei pagare a Cascone , così capirebbe sul serio cos’è la Mediale che ha rovinato S.Croce.

    Rispondi

  5. tosca

    28 marzo 2014 a 13:55

    HO FATTO RICORSO PER LA TARES IN QUANTO SIAMO IN DUE E DEVO PAGARE PER4
    E OVVAMENTE. l’HANNO RESPINTO. MA IO MI DOMANDO SE PENSANO CHE NOI PROPRIETARI DI SECONDA CASA SIAMO CHIROVEGGENTI PER SAPERE E DICHIARERE IN ANTICIPO CIO’ CHE LORO DECIDERANNO MOLTI MESI DOPO?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Torna la Ciclolonga della Solidarietà: domenica alle 8.30 scatta Pedalavis

Pronti… VIA!!! Anche quest’anno è arrivato il tanto atteso appuntamento con “Pedalavis”, l…