Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

L’Azienda Sanitaria Provinciale (Asp 7) ha stipulato un protocollo d’intesa con Emergency – Life Support for Civilian War Victims – ONG ONLUS, al fine di attivare, anche in considerazione di una importante presenza sul territorio di migranti di varie etnie, uno sportello temporaneo di accoglienza. Il Comune di Santa Croce Camerina mette a disposizione per sei mesi i locali dell’ex asilo nido di piazza degli Studi. “L’iniziativa derll’amministrazione Iurato è meritevole. Peccato che il sindaco non abbia avuto lo stesso riguardo per le associazioni del volontario locale – dichiara Gaetano Pernice -. L’AVS ha chiesto ufficialmente un aiuto per sopperire al problema della sede, ma non c’è stato alcun cenno di risposta. Questa è un’amministrazione che dà spazio a problemi temporanei e di altri enti. Proclamano i miraggi e li spacciano per cose reali. L’ASP fa una convenzione con Emergency, poi si accorge che a Santa Croce non ha locali e chiede aiuto al Comune. Che da par suo si mette a disposizione, dicendo che provvederanno loro. Peccato non ricevere la stessa solerzia per altre situazioni. Ma purtroppo non ha senso parlare di qualcosa che già – si sa –  andrà a morire per eutanasia”.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Maltempo, serre divelte e allagamenti. L’invito del sindaco: “Segnalate i danni”

L’ondata di maltempo che ha colpito domenica 24 settembre tutto il territorio di Santa Cro…