Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Giovedì 13 marzo alle ore 17, presso la biblioteca comunale G.Verga, sarà ricordata la figura di Maria Occhipinti. La giovane donna ragusana, appena ventenne, fu il capo della rivolta contro il richiamo alle armi, nel dicembre-gennaio ’44-’45. Prima era stata una ragazzina povera, in una città e in un tempo in cui i poveri erano molti, ed esserlo significava molto di più di una semplice privazione materiale: uno spaesamento generale dell’anima e del corpo. Dopo, per la sua ribellione, conobbe il confino e il carcere. E l’emigrazione, la solitudine, l’illusione e la delusione. E infine il silenzio sulla sua Resistenza. Donna, povera, intelligente, siciliana, generosa, ribelle, d’animo libero e di mente curiosa: una storia incredibile. Un esempio destinato ai nostri giovani, senza alcuna distinzione di sesso e con un messaggio di fondo significativo: lottate senza paura con tutte le vostre forze e non smettete di sperare in un domani migliore. Interverranno a questo evento il sindaco di Santa Croce Franca Iurato, la dott.ssa Giuseppina Pavone (presidente consulta femminile del comune di Ragusa), Pippo Gurrieri (editore) e Laura Barone (studiosa di storia e letteratura del territorio ibleo). Dopo i vari interventi sarà proiettato un docu-film sulla vicenda umana di Maria Occhipinti, presentato da Maria Grazia Calabrese curatrice della sceneggiatura.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’annuncio del sindaco: “Sabato 30 settembre la Notte Bianca a S.Croce”

Santa Croce Camerina si appresta a vivere la prima Notte Bianca della sua storia: sabato d…