2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Calcio, Santa Croce ko a Mussomeli. Lunga settimana fra ritorno in Coppa Italia e incubo playout

0 175

Il Santa Croce non riesce a scardinare la “tana” della vice capolista Mussumeli (sconfitta per 2-0), ma la buona prestazione fatta vedere soprattutto nel primo tempo, fa ben sperare circa la probabile conquista della salvezza matematica. I camarinensi, infatti, se vorranno mantenere la categoria, avranno a disposizione altre tre gare di campionato, due in casa (Ribera e Comiso) e una in trasferta (Gela), ma il fattore più preoccupante è la situazione venutasi a creare in classifica dopo la vittoria del Real Biscari a Comiso. Per evitare i playout, infatti, si è creata una corsa a quattro squadre (Santa Croce, Empedoclina, Gela e Comiso), tutte con 25 punti in classifica, che dovranno fare in modo, da qui alla fine del torneo, di conservare i fatidici dieci punti di scarto dal Biscari, attualmente a +13 e con una gara da recuperare, se vorranno evitare lo spareggio per non retrocedere. Fondamentale per i camarinensi, quindi, è diventata la gara di domenica con il Ribera neopromosso nel campionato di Eccellenza, contro il quale Bonarrigo e soci dovranno cercare assolutamente la vittoria. Intanto, il Santa Croce volge l’interesse verso la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia che si giocherà oggi a Custonaci contro il Dattilo. La gara d’andata fini a reti inviolate, ma la possibilità per i camarinensi di passare il turno rimane, comunque, molto alta. “La sconfitta di Mussomeli non deve scoraggiarci, specie per come è arrivata – dice il dg Claudio Agnello -. La squadra per una buona parte della gara non ha demeritato, dimostrando di essere viva. Purtroppo però non abbiamo ancora raggiunto la salvezza matematica e quindi dobbiamo essere ben consapevoli di dover dare tutto fino alla fine. Da qui in avanti ogni punto avrà una certa pesantezza a partire già dalla prossima gara in casa contro un Ribera che speriamo sia appagato dalla vittoria del campionato. Abbiamo la fortuna di avere l’intero organico al completo e la squadra dovrà essere brava a gestire i numerosi impegni come quello importantissimo di Coppa Italia di oggi. Nonostante non abbiamo ancora la salvezza – continua Agnello – la società vuole provare ad andare avanti in questa competizione prestigiosa ed è per questo che gli allenatori stanno lavorando per mettere in campo una squadra che possa vincere in un campo ostico come quello di Custonaci. La Coppa Italia per i giocatori sarà uno stimolo importante e conquistare la seconda semifinale in due anni sarebbe un traguardo notevole”. La gara di oggi si giocherà al “Comunale” di Custonaci e avrà inizio alle ore 19.00: a dirigerla sarà il signor Fabrizio Ramondino di Palermo che sarà assistito dai signori La Monica e Sciulara di Palermo.

Fabio Fichera

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.