Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Anche a Santa Croce, come nel resto d’Italia, il Partito Democratico assesta un duro colpo ai rivali. Il partito di Matteo Renzi, infatti, ha ottenuto 875 voti (il 32,77%) su 2670 votanti. Al secondo posto c’è il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, con il 27,86% (744 preferenze). Completa il podio Forza Italia con il 23,85%, risultato mediamente più alto rispetto ai dati nazionali e siciliani, dove il partito di Berlusconi si attesta al 20%. Berne anche Fratelli d’Italia con il 6,25%, male Alfano e il suo Nuovo Centro Destra con il 4,11%. Per la Lega Nord 43 voti. Ma il vero vincitore delle Elezioni Europee è l’astesionismo. La circoscrizione insulare, formata da Sicilia e Sardegna, è quella in cui si è votato di meno. Indicativo anche il dato del nostro comune, che ha visto il 38,51% degli aventi diritto recarsi alle urne. Un dato nettamente inferiore rispetto alla Europee del 2009 (-10,68%). Il maggior numero di preferenze è andato a Caterina Chinnici del Pd (175), a ruota Leontini (152) e Pogliese (140) di Forza Italia, Barbagallo (108) e Stancheris (107) ancora del Pd, Meloni di Fratelli d’Italia (104) e Saija del M5S (100). Il segretario della Lega, Matteo Salvini, ha racimolato 24 preferenze.

Redazione

 

2 Commenti

  1. cittadina delusa

    30 maggio 2014 a 08:37

    Ma a S.Croce sono diventati tutti “democratici”? Biii che bello, complimenti. Ma vi ricordo che Renzi NON è papa francesco!!!! Lo capirete ben presto!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  2. fabio

    30 maggio 2014 a 08:46

    Le pecore si chiamano con un fischio , gli italiani con 80€ . Ah ah ah

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…