Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Deborah ce l’ha fatta, ha battuto al fotofinish i Dear Jack ed è stata proclamata vincitrice di Amici 2014, il talent show di Canale 5 condotto da Maria De Filippi. Il televoto l’ha premiata con il 51% delle preferenze: fosse stato per la giuria e per i giornalisti non ce l’avrebbe fatta. In questo tipo di competizioni vincono spesso e volentieri le facce di bronzo, le simpatiche canaglie, che poi magari scompaiono,come è accaduto ad altri “fenomeni”. Deborah non è niente di tutto questo: la sua grande umiltà unita ai suoi altrettanto grandi mezzi vocali non fanno spettacolo per i soliti parrucconi e criticoni dell’ultima ora. Lei ha vinto, malgrado tutti e tutto, ha vinto perché il pubblico del televoto ha voluto premiare la “voce”, possente, melodiosa, in grado di interpretare qualsiasi brano, sia esso intimista, soul, blues, pop, musical, swing. Magistrale l’interpretazione del brano dei Tazenda, la settimana scorsa, altrettanto magistrale ed emozionante il pezzo di Herbert Pagani, “Albergo ad ore”, cantata ieri sera. E poi Barbra Streisand, Anastacia, Bon Jovi e tutte le grandi star del firmamento musicale internazionale interpretate ed eseguite con grande perizia nel corso delle varie puntate del programma. Il suo cd contiene brani di tutto rispetto: “Danzeremo  a  luci spente”, il pezzo che la Mannoia ha scritto per lei, “Anche se fuori è inverno” di grande impatto emotivo. Insomma un’artista a tutto tondo dalla faccia pulita e dalla grande umiltà. Doti, queste, che nel mondo che si appresta a frequentare mal si conciliano, al di là delle raccomandazioni di qualche giornalista presente allo spettacolo. Sappiamo benissimo come vanno le cose in quel mondo, apparentemente edulcorato e patinato: bisogna tirar fuori le unghie e sapersi difendere, dall’interno e dall’esterno. Comunque, congratulazioni Deborah, hai vinto una battaglia. Adesso ci sarà da vincere la solita guerra contro gufi e i denigratori. Ragusa, che intanto l’ha festeggiata in una piazza San Giovanni gremita (è stato allestito un maxischermo per l’occasione) aspetta la sua “voce”.

Salvo Dimartino

Clicca sotto per vedere il VIDEO

[youtube]z-EXztya7BE#t[/youtube]

Piazza S.Giovanni Ragusa durante la proclamazione della vittoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…