Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Spesse volte si dice che tutti i programmi elettorali dei candidati a Sindaco e quindi dei gruppi politici che li sostengono, siano chi più chi meno tutti uguali. Ma leggendoli attentamente così non è, c’è chi pone prioritario un adempimento chi un altro, chi volge lo sguardo alle opere pubbliche, chi ai servizi etc.”. Comincia così la nota del circolo cittadino del Partito Democratico, che prende le difese del sindaco Franca Iurato, della giunta e degli impegni assunti nei confronti della città: “Nel programma articolato del candidato a sindaco di Francesca Iurato a S. Croce Camerina e del gruppo politico collegato, per l’appunto il Partito Democratico, vi erano previste numerose opere pubbliche, il mantenimento dei livelli minimi di assistenza ai più deboli, la sicurezza, l’istruzione, l’attenzione verso i problemi agricoli e tanto altro. Facili ed immediati profeti, denigratori del lavoro altrui, hanno per anni e continuano ad attaccare l’attuale Amministrazione comunale, riscontrandola deficitaria e senza carattere, lontana dalle esigenze comuni dei cittadini di Santa Croce Camerina. Ma così non è, oggi l’Amministrazione sta dimostrando capacità, interesse verso le problematiche della cittadinanza; si basti pensare che  siamo uno dei pochi comuni rimasti a contribuire in maniera netta a sostenere economicamente gli studenti, che per continuare gli studi presso le superiori, sono costretti a recarsi fuori comune, pagando il biglietto degli autobus. Il comune garantisce un adeguato aiuto economico alle tante famiglie in difficoltà. Ma – prosegue il comunicato – si diceva senza carattere, ed ancora bisogna intervenire per sgombrare il campo da questo luogo comune come inteso da alcuni oppositori. Con l’abbattimento dell’ex caserma della Guardia di Finanza di Punta Secca, bellissima frazione rivierasca di S. Croce, sede della famosa fiction del Commissario Montalbano, si è realizzato un punto importante del programma del sindaco e del gruppo politico che la sostiene. Questo importante evento, seguito ad un frenetico impegno dei nostri amministratori mai stanchi di occuparsi della cosa, è un segno importante dell’incisività dell’azione amministrativa. L’abbattimento della struttura darà finalmente la possibilità di realizzare un belvedere, una piazza, una zona dove ammirare i nostri famosi e bei tramonti che tutti ci invidiano. La gente, tutta la gente, i visitatori, tutti i visitatori potranno fruire di quest’area per le loro passeggiate. Ed ancora con l’abbattimento dell’immobile, che da oltre 30 era in stato di abbandono e diventato quindi zona di abitazione per topi, blatte e colombi, si è eliminata una struttura pericolante, tant’è che era transennata e rappresentava un pericolo per la pubblica incolumità”.

“Che la strada intrapresa fosse quella giusta – insiste il Pd – lo si è capito anche dagli atteggiamenti di velati ostruzionismi da parte di privati che sentivano sempre di più che la struttura veniva strappata all’appetito speculatorio, che hanno determinato minacciare di morte al capo ufficio tecnico del comune di S. Croce, cui va sempre il nostro sostegno e l’invito a non abbassare mai la guardia e a continuare sulla strada della legalità. Sì, l’Amministrazione ha strappato l’immobile dalle mani dei privati per restituirlo invece ai cittadini che, appena ultimati i lavori, potranno usufruirne. Questo è vero carattere, questo è impegno, questo è attenzione nei confronti della cittadinanza tutta. Ci corre l’obbligo ancora di segnalare che quest’anno le operazioni di pulizia degli arenili sono iniziate nel periodo immediatamente prima delle festività pasquali e che è in programma l’estensione della raccolta differenziata anche nelle zone a mare, contributi tutti volti allo sviluppo turistico del territorio”.

Redazione

7 Commenti

  1. giuseppe testa

    5 giugno 2014 a 09:24

    Chi si loda sbrodola. Contenti voi…

    Rispondi

  2. Antonio Baeli

    5 giugno 2014 a 13:28

    E’ meglio uno spazio fruibile da tutti i cittadini o uno scempio con loculi dell’ex villa del principe all’ingresso di Punta Secca ?

    Rispondi

  3. Dux

    5 giugno 2014 a 14:35

    Caro Baeli quando in mezzo ci sono soldi pubblici certi paragoni non si possono fare!!!

    Rispondi

  4. Giovannella

    5 giugno 2014 a 17:03

    Ah ma ancora esiste il Pd?? Strano, pensavo gli avessero rinchiusi tutti.

    Rispondi

  5. gianni iurato

    6 giugno 2014 a 16:50

    Il sindaco ha fatto bene a buttare la caserma che era una catapechia. Non mi interessa che ci abita un assessore di fronte. Ora ci vuole una bella piazza. I soldi si trovano con qualche sponsor e qualche ditta.

    Rispondi

  6. gianni iurato

    6 giugno 2014 a 16:57

    Dite al sindaco di mettersi in contatto con Salvatore Mandara’ che sa come trovare i soldi per la piazza. Anche Allu’ va bene. Gli altri me li porto in campagna.

    Rispondi

  7. gianni

    7 giugno 2014 a 11:08

    Fatemi capire una cosa: perchè costruire in quel posto un locale ricettivo che avrebbe ospitato Turisti (con la T maiuscola) , creando quindi ciò che effettivamente manca nel nostro comprensorio , creando posti di lavoro legati alla suddetta attività , dando dei servizi che il Turista cerca (pagandoli) , perchè tutto ciò è negativo per Santa Croce. Ci accontentiamo del turismo locale (alias seconde case) che non serve anessuno , di far giocare in santa pace nella piazzetta sotto il faro i giocatori di briscola mandando i turisti da qualche altra parte , con santa pace di coloro che ancora aspettano i Turisti. L’importante è che lo skiline per le foto sia bello!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…